campeggio da solo

15 Consigli Utili Per Campeggiare Da Soli

Campeggiare da soli può essere un’esperienza eccitante ma anche disorientante. Potresti trovarti a confrontarti coi tuoi pensieri più intimi, a provare sensazioni mai sperimentate prima, così abituati a contare sugli altri per allontanare il senso di noia.

Trascorrere del tempo con sé stessi significa poter contare solamente sulle nostre forze, sbrigarsela da soli davanti alle difficoltà e può incutere timore ma riesce anche ad accrescere l’autostima rendendoci più consapevoli delle nostre capacità.

E allora come potete affrontare al meglio questa sfida? Ecco a voi i nostri 15 Consigli.

1. Acquisisci un po’ di esperienza prima di partire da solo

Il primo consiglio che mi sento di darti è quello di non partire da solo se non sei mai stato in campeggio prima: potrebbe risultare una pessima idea.

donna che si accampa da sola

Fare camping per conto tuo è un’impresa da non sottovalutare e talvolta difficile anche per i campeggiatori più esperti.

Non puoi lanciarti a capo fitto in questa nuova avventura senza avere prima delle basi solide di come campeggiare: meglio fare prima un po’ di esperienza con altre persone da cui apprendere tutto ciò di cui avrai bisogno.

2. Valuta in maniera obiettiva le tue abilità

Come detto in precedenza, conoscere le tecniche di base del camping è cruciale per essere pronti ad affrontare le sfide che si potrebbero presentare durante il tuo soggiorno. Ma quali sono le capacità essenziali che dovresti aver acquisito prima di partire?

base del camping

  • Sapersi orientare e saper leggere una mappa del territorio.
  • Montare una tenda;
  • Accendere un fuoco;
  • Saper rendere l’acqua potabile (nel caso in cui dovesse finire è sempre bene portare con sé un filtro per l’acqua in modo da poter purificare quella di qualche ruscello);
  • Riuscire ad allestire l’accampamento;
  • Saper gestire gli incontri con gli animali selvatici;
  • Prevedere i cambiamenti climatici;
  • Conoscere le basi del primo soccorso.

Col tempo ti renderai conto che campeggiare richiede anche altre competenze più avanzate, ma la lista sopra intende elencare le conoscenze di base senza cui non puoi neanche pensare di poter partire da solo.

3. Avvisa qualcuno dei tuoi piani e non dimenticare di portare con te un dispositivo per le emergenze

Lascia per detto a una persona di fiducia l’intero itinerario dei tuoi spostamenti. Ovviamente durante il percorso potresti decidere di cambiare qualche tappa in programma o magari desidererai trascorrere una notte in più in un luogo che ti è piaciuto particolarmente ma comunque probabilmente resterai nella zona che avevi scelto in precedenza e, se dovessi avere bisogno di aiuto, i soccorsi saprebbero all’incirca dove venirti a cercare.

dispositivo per le emergenze

Inoltre è sempre utile tenere a portata di mano un telefono cellulare o qualsiasi dispositivo che, in caso di emergenza, possa metterti in contatto con qualcuno che possa venire a salvarti. Se credi non siano delle raccomandazioni sagge, vai a vedere il film 127 Ore e poi ne riparliamo!

4. Fa’ il pieno d’acqua

In precedenza, tra le conoscenze basilari che dovresti avere per partire da solo ho elencato il sapere come purificare l’acqua per renderla potabile.

E’ vero infatti che è importante sapere come fare nel caso in cui le  tue scorte dovessero finire, ma è ancora più importante partire con una buona riserva.

botella acqua

L’imprevisto può infatti capitare é bene sapere come rimediare però non puoi sperare di rifornirti dai corsi d’acqua che si trovano vicino al tuo accampamento. In campeggio l’acqua non serve solo per dissetarti ma anche per lavarti e cucinare e sarebbe faticoso filtrare litri e litri di acqua durante il tuo soggiorno… non trovi?

5. Porta con te degli snack

E’ improbabile che tu rimanga morto di fame durante un viaggio su strada o un campeggio in macchina ma, avere a disposizione alcuni spuntini da sgranocchiare, potrebbe aiutarti a ricaricare le energie soprattutto se deciderai di esplorare il circondario o di svolgere qualche attività.

6. Equipaggiati con tutto il necessario ma non esagerare

Torce o lanterne, fiammiferi, bussola, una mappa che ti aiuti a essere a conoscenza della zona circostante anche se porti con te un dispositivo GPS, sono solo alcuni esempi di ciò che non dovrebbe mai mancare per vivere al meglio questa esperienza, ma stai attento a non esagerare.

mapa

Pianifica in anticipo le tue giornate e le tue attività così che avrai il giusto numero di cambi, decidi in anticipo ciò che cucinerai così potrai portare solamente gli ingredienti necessari per le tue ricette… Ricorda infatti che hai già tante attrezzature indispensabili con te e, ridurre al minimo il peso lasciando a casa il superfluo, renderà più agevoli i tuoi spostamenti.

7. Non dimenticare qualche indumento più pesante

In estate ti potrebbe sembrare inutile portare con te una felpa o un giacchino per coprirti, ma ti assicuro che durante la notte le temperature spesso si abbassano notevolmente e avere con se qualcosa di più pesante potrebbe tornarti estremamente utile per non patire il freddo o rischiare di prendere un brutto raffreddore.

8. Acquista un kit di pronto soccorso

Gli inconvenienti possono sempre capitare: una distorsione al piede, un raffreddore, un taglietto che fa infezione sono danni a cui possiamo facilmente porre rimedio se si dispone di un kit di pronto soccorso.

kit di pronto soccorso

Questi kit, infatti, sono solitamente delle valigette che contengono una raccolta di materiali necessari per il primo trattamento di un infortunio e sono indispensabili per far fronte alle sfortune in cui potresti incorrere durante il tuo soggiorno. Ricorda però che essendo solo non basta avere tutto il necessario: devi essere in grado di fasciare e disinfettare le ferite quando ti trovi in mezzo alla natura.

9. Porta con te un libro

Ci siamo quasi, a questo punto dovresti avere tutto il necessario per partire all’insegna dell’avventura. Hai già campeggiato in passato e sai che spesso le giornate vengono trascorse a chiacchierare attorno al fuoco, raccontando magari delle storie divertenti.

libro da viaggio

Partendo da solo, ovviamente, tutto questo tempo che solitamente hai passato in compagnia potrebbe diventare estremamente noioso se non trovi nulla da fare.

Hai pensato allora di portare con te un buon libro? Leggere, infatti, potrebbe aiutarti a trascorrere piacevolmente il tempo che non dedicherai alle attività che hai pianificato e magari ti tornerà utile per schiacciare un pisolino ristoratore mentre ti dondoli sull’amaca che hai portato previdentemente da casa.

10. Impara a mantenere la calma

Ci sono momenti in cui neanche un buon libro riuscirà a interrompere il flusso dei tuoi pensieri che, specialmente durante la notte, potrebbero trasformarsi ben presto in preoccupazioni, ansia e paura.

mantenere la calma

Quando ti troverai da solo, anche un piccolo rumore che proviene dagli alberi potrebbe essere ingigantito dalle tue paranoie e sembrarti estremamente spaventoso. Prima di partire preparati psicologicamente a questa evenienza, impara a gestire questi momenti e a rassicurarti da solo quando senti che stai per perdere il controllo.

Una buona idea è quella di recitare a voce alta una frase che possa tranquillizzarti, una sorta di mantra in grado di farti tornare a ragionare e che ridimensioni ciò che sta accadendo. E ricorda: non preoccuparti di sembrare strano, non c’è nessuno a giudicarti!

11. Mantieni dei buoni rapporti con gli altri campeggiatori

Guardati intorno nel tuo accampamento e vedi se ci sono altri campeggiatori simpatici con cui condividere un po’ del tuo tempo. Puoi pensare anche di scambiare due chiacchiere con persone che nella vita di tutti giorni non hai l’occasione di frequentare come ad esempio un pescatore, un gruppo di collegiali o una coppia di pensionati.

campeggiatori

Questo consiglio potrebbe sembrarti poco in linea con l’essenza dell’articolo ovvero il sapersi godere questa esperienza per conto proprio, ma il punto è che potresti star male a trascorrere tutto il tuo tempo in solitudine e, scambiando quattro chiacchiere con qualcuno senza l’obbligo di condividere la tua esperienza con lui, potrebbe tirarti su di morale nei momenti peggiori.

12. Fa’ amicizia, ma non fidarti mai del tutto

E’ vero che è buona cosa allacciare dei rapporti con chi condividi l’accampamento, ma dovresti stare attento al fatto che potrebbero essere delle persone disoneste. Stai attento ai tuoi effetti personali, gli altri potrebbero cercare di appropriarsene o, specialmente se sei una donna, potresti essere avvicinata con un fine diverso da quello di instaurare un rapporto di ‘buon-vicinato.

fuoco di bivacco

Con questo non significa che le donne non dovrebbero partire mai da sole, che è meglio lasciare che le proprie paure rovinino i buoni propositi, ma non dimenticare che la prudenza non è mai troppa!

Impara a gestire al meglio queste situazioni, mostrati sicura di te e mantieni lo sguardo fisso sul tuo interlocutore. Dimostrerai di essere forte e sarà più difficile che tu venga presa come bersaglio da qualche malintenzionato; del resto, anche in natura, il debole è sempre il primo a essere attaccato.

13. Un altro consiglio utile specialmente per le donne: Portate con voi lo spray al peperoncino

Dimostrarsi sicure e guardare gli altri dritto negli occhi spesso basta per tenerti lontano da situazioni spiacevoli, ma non è sempre sufficiente. Se le circostanze dovessero diventare critiche è meglio essere pronti a tutto, a meno che non vorrai ritrovarti a pronunciare frasi del tipo “Se solo avessi portato lo spray al peperoncino non avrei corso questo rischio…”.

spray al peperoncino

Non vivere di rimpianti e porta con te lo spray perché, anche se non ci fosse ragione di usarlo, il semplice fatto di averlo a portata di mano ti farà sentire più sicura e protetta e servirà a tenere lontano l’ansia che potrebbe coglierti in certi momenti. Non credi che questo senso di sicurezza possa rendere migliore la tua esperienza?

14. Non esagerare con gli alcolici

Si sa, una birretta attorno al fuoco e sotto il cielo stellato un ottimo modo per rilassarsi ma non esagerare!

Forse per alcuni di voi questo consiglio potrebbe sembrare superfluo dato che non sono soliti bere alcolici o non hanno alcun desiderio di farlo da soli, però è bene essere chiari.

birrita

Una birra o un bel bicchiere di vino riescono ad allietare una serata tuttavia se non bevi responsabilmente sarai meno reattivo ai pericoli e alle situazione di emergenza: non avresti la stessa prontezza di riflessi che possiedi da sobrio.

Hai considerato l’idea di bere una bella tazza di camomilla fumante prima di andare a dormire? Io trovo si addica meglio a una serata trascorsa in solitudine ed è l’ideale per conciliare il sonno.

15. Spera sempre per il meglio, ma preparati al peggio

Odio sembrare pessimista però è sempre meglio essere a conoscenza delle difficoltà a cui potresti andare incontro durante il campeggio e sapere come affrontarle.

un uomo si sta preparando per il campeggio

Spero che l’articolo che hai appena letto sia riuscito a farti comprendere cosa significhi campeggiare da solo e che possa tornarti utile per far fronte alle avversità più frequenti.

Ricorda però che non puoi risolvere tutte l’emergenze da solo: prima di partire, informati sulla strada per raggiungere la città più vicina e non esitare a raggiungerla per chiedere aiuto se le cose dovessero mettersi male.

Alla prossima amici!

Torna su