Le 7 Migliori Calze da Escursionismo

migliori-calze-da-escursionismo

Non bisogna mai sottovalutare le  migliori calze da escursionismo: mantengono i tuoi piedi comodi e asciutti e nello stesso tempo aiutano a prevenire le vesciche e il surriscaldamento dei piedi.

Quelle che incontrano spesso il favore degli amanti del trekking e dello sci alpinismo sono realizzate in lana merino¹, che è diventata una sorta di portabandiera nelle calze e nell’abbigliamento outdoor in generale.

È vero che un buon paio di qualità non è tra le calze più economiche che trovi in commercio, dal momento che generalmente le puoi acquistare a un prezzo  di 15 euro alla coppia. Ma è anche vero che, oltre che molto confortevoli, sono accessori robusti e fatti per durare, soprattutto se li utilizzi con le scarpe da trekking.

Le Migliori Calze da Escursionismo

Quali sono le migliori calze da escursionismo?

Le calze traspiranti che mantengono i piedi caldi nella stagione fredda e ti proteggono da vesciche e sfregamenti durante le escursioni in montagna sono una vera manna dal cielo. Come vedrai dalla nostra lista di calze da trekking qui sotto, c’è molto da scegliere.

In questa guida scoprirai i principali tipi di calzini da trekking, i materiali con cui sono realizzati e il ruolo che questi materiali svolgono nel mantenere i tuoi piedi nel massimo benessere nelle lunghe passeggiate. Vedrai anche come scegliere lo stile giusto in base al tuo tipo di scarpa.

Queste calze, infatti, lavorano in tandem con le tue calzature traspiranti per assicurarti di non soccombere ai piedi sudati

Qui di seguito ti presentiamo le migliori calze da escursionismo:

1. Otter Calze Traspiranti per Uomo e Donna – Le migliori per completamente impermeabili

2. Vca Calze da trekking – Le migliori per rapporto qualità prezzo

3. Nike Lightweight Quarter – Le migliori per dotazione di calza di scorta

4. Danish Edurance Calze Escursionismo e Trekking per Uomo e Donna – Le migliori per antibatteriche

5. Miribung Calze da Trekking – Le migliori per vestibilità totale

6. Miribung Calze da Trekking Merino-Alps – Le migliori per assenza di prurito

7. Seal Skinz Waterproof – Le migliori per imprese impegnative

Come scegliere i migliori calzini per l’escursionismo – Guida all’aquisto

calzini-per-lescursionismo

Partiamo dai fondamenti e analizziamo tutto ciò che devi considerare nella scelta di una calza da trekking.

Materiali

Innanzitutto, nell’elenco delle considerazioni è riportato il materiale di cui è fatta la struttura delle calze. Vediamo i vari tipi uno alla volta.

Lana merino – È una fibra traspirante che è popolare nelle calze da sci di fascia alta. Ha un eccellente assorbimento dell’umidità e un eccezionale controllo degli odori. Scegli la lana merino se il tuo budget è elevato o se fai escursioni in inverno. Tieni presente che nella vendita online trovi sempre tante occasioni a basso prezzo, anche di marca. C’è però da dire che la lana merino tende ad essere meno resistente delle altre tipologie di fibra.

Poliestere – Anche questo materiale ha eccellenti proprietà di assorbimento dell’umidità. Si asciuga rapidamente e fa il suo lavoro in modo efficace. Il poliestere è anche molto più economico della lana merino. Non ha proprietà per il controllo degli odori ma tende ad essere resistente.

Nylon – Il nylon è un’aggiunta comune alle fibre delle calza, anche se sul mercato non trovi calze da escursionismo realizzate esclusivamente in questo materiale. Viene aggiunto per aumentare la resistenza e la durata delle calze. Ciò è particolarmente utile se viene abbinato alle fibre della lana merino e al poliestere, dal momento che ne aumenta la resistenza.

Lycra o Spandex – Queste fibre sono quasi sempre presenti nei calzini. Conferiscono elasticità per adattarsi a diverse dimensioni del piede e aumentano l’aderenza.

Garanzia

Non c’è dubbio: Darn Tough ha reso questo aspetto popolare. In sostanza, offre una garanzia a vita, nella certezza che i suoi calzini durino per sempre e non si consumino.

Altezza calza escursionismo

Questo dipende totalmente dalle tue preferenze personali. Qualunque cosa tu scelga, non andare a fare escursionismo con le calze basse e leggere. Non vorrai mica che la scarpa da trekking o lo stivale sfreghi contro la tua pelle nuda? Cerca sempre la giusta protezione, anche in fatto di spessore.

Cura

Durante il percorso puoi tenere pulite le calze per prolungarne la vita (e salvare il naso). La pulizia dei calzini eliminerà detriti e batteri. Questo aiuta la calza a durare più a lungo prevenendo la rottura delle fibre.

Inoltre, una calza pulita ha molte meno probabilità di provocare l’insorgere di una vescica infetta. Se hai già delle vesciche mantenerle pulite è fondamentale per evitare l’infezione e i calzini puliti sono fondamentali.

Per lavare i calzini (o qualsiasi indumento) lungo il percorso  mettili in un sacchetto con alcune gocce di sapone e una discreta quantità di acqua. Scuoti vigorosamente, elimina l’acqua insaponata e sporca, risciacqua i calzini e appendili allo zaino per asciugarli.

Una calza in misto sintetico non richiede una cura particolare. I sintetici non soffrono di pilling come la lana merino.

Domande frequenti sulle calze da escursionismo

Eccoci giunti alla nostra consueta sezione dedicata alle domande più frequenti degli appassionati di trekking.

💡 Cosa rende una calza da trekking diversa da una calza normale?

Queste calze sono un po’ diverse rispetto alla tua calza standard per una serie di caratteristiche. Sono più imbottite nei punti di maggior attrito con la scarpa, sono realizzate in fibre traspiranti, hanno trame rinforzate e generalmente sono più lunghe. Naturalmente ogni calza è disponibile in diverse altezze. Tuttavia, quando fai un’escursione, è importante abbinare la calza al tuo scarpone.

L’imbottitura e il rinforzo selettivi sono importanti per le calze da trekking più delle calze quotidiane. In particolare la punta del piede, il tallone e talvolta il polpaccio sono generalmente imbottiti. L’imbottitura al centro e la parte superiore è di solito minima per mantenere la calza più fresca mentre si indossa.

Le fibre che favoriscono la traspirazione vengono utilizzate per aiutare ad asciugare il piede ed evitare i piedi umidi.

💡 Posso scegliere un tipo economico o è meglio che sia costoso?

Questo dipende un po’ da te. Di solito agli escursionisti non dispiace pagare un extra per le calze da trekking. Spesso si finisce con l’indossarle tutti i giorni e in questo modo si ripagano in poco tempo.

💡 Cosa sono le calze da trekking impermeabili?

La presenza di neoprene (tipico delle mute da sub) mantiene i tuoi piedi asciutti! Anche quando gli stivali o le scarpe si inzuppano, continui a camminare con calzini impermeabili.

Questi modelli hanno però degli svantaggi. Sono spessi, caldi, pesanti e tendono a logorarsi rapidamente. Una volta che le calze iniziano a consumarsi a causa dell’attrito e dell’abrasione, puoi dire addio per l’impermeabilità.

💡 I miei calzini sono la causa delle mie vesciche?

Forse. Ci sono un paio di modi in cui i calzini possono causare vesciche. Innanzitutto, assicurati che i calzini siano tirati su e non creino grinze sotto i piedi, per evitare la formazione di punti caldi e vesciche.

In secondo luogo, verificare che non vi siano corpi estranei all’interno della calza. Un ramoscello, un sassolino o altri detriti possono causare sfregamenti e favorire l’insorgere di vesciche.

Terzo, fai attenzione alle cuciture nella calza. Le cuciture che non sono piatte possono essere causa di vesciche.

💡 Le calze da trekking spesse sono le migliori per diminuire il dolore e tenermi al caldo?

A volte. L’imbottitura ha vantaggi e svantaggi. Le calze spesse e imbottite in ogni punto surriscaldano i piedi e li fanno sudare. Ciò può portare a vesciche e a potenziali lesioni da freddo.

Cerca un’imbottitura spessa solo nei punti di maggior attrito con lo scarpone da alpinismo. Se stai facendo un’escursione in climi particolarmente freddi, potresti voler indossare un calzino più spesso e più caldo, ma entro limiti ragionevoli. Il movimento ti terrà caldo per la maggior parte del tempo.

Alcune persone commettono l’errore di indossare una calza troppo spessa per ottenere calore. Se le tue scarpe o gli stivali sono abbastanza aderenti e l’imbottitura della calza si rivela sovradimensionata per le calzature, sicuramente renderà le dita fredde.

Quando la calza viene compressa da stivali o scarpe il piede perde sia l’isolamento che il flusso sanguigno. Ecco perché non è mai una buona idea infilare un calzino troppo spesso in scarpe che calzano a pennello.

Conclusioni

La scelta di un buon paio di calze è la condizione essenziale per effettuare le tue escursioni nel comfort. I modelli tecnici sono studiati per mantenere il piede alla giusta temperatura, in ogni stagione, avvolgendolo nel massimo comfort con un adeguato isolamento termico.

A questo proposito abbiamo dato pieni voti alla calza Seal Skinz, che è impermeabile, traspirante e antivento. Ha anche un’estetica vivace che dona un tocco di esclusività alle tue avventure all’aria aperta.

Anna Fraschini
Anna Fraschini
Post sullo stesso tema
Torna su