I 7 Migliori Caschi da Arrampicata

Guida all'acquisto & Classifica
miglior-casco-da-arrampicata

Da tempo immemorabile, la testa degli scalatori è costantemente minacciata dalla caduta di massi o dagli urti durante una brutta caduta. Se ami avventurarti tra le pareti di roccia, le vie ferrate e i ghiacciai ma sei preoccupato di proteggere la tua risorsa più importante, non puoi fare ameno di indossare il miglior casco da arrampicata.

Sul mercato ci sono una miriade di modelli di ogni marca, realizzati in materiali altamente tecnologici e studiati per assicurarti il massimo livello di comfort, ma spesso non si sa proprio quale scegliere.

I Migliori Caschi da Arrampicata

Qual è il miglior casco da arrampicata?

Il casco è il tuo compagno più fidato quando sali tra le montagne e può davvero fare la differenza in caso di emergenza. Ma non devi indossare un vecchio modello, recuperato chissà dove. Il tipo giusto dev’essere resistente, leggero, confortevole e traspirante.

Se stai intraprendendo delle arrampicate in aree impervie, un casco più pesante con guscio in plastica offrirà una maggiore protezione dalle cadute. Un casco più leggero può essere migliore in ambienti percorribili con più facilità, poiché la caduta di una roccia è meno probabile.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori caschi da arrampicata:

1. Salewa Vayu 2.0 Casco da Arrampicata – Il migliore per regolazione con una sola mano

2. Climbing Technology Galaxy Casco Unisex Adulto – Il migliore per taglia regolabile

3. Beal Mercury Group Casco da Arrampicata – Il migliore per robustezza

4. Aludesign Casco Orion CT – Il migliore per ultraleggero

5. Climbing Technology Stark Casco da Arrampicata e Cascata – Il migliore per utilizzo professionale

6. Alpidex Casco per Arrampicata – Il migliore per ampia gamma di colori disponibili

7. Casco da arrampicata Petzl Boreo – Il migliore per rapporto qualità prezzo

Cosa cercare in un casco da arrampicata

casco-da-arrampicata

Indipendentemente da quale decidi di acquistare, se alla fine non lo indossi non ti serve a nulla. Le scuse più comuni sono: è troppo pesante, è scomodo, si muove troppo, è troppo caldo. Questo è il motivo per cui è importante comprarne uno adatto alle tue esigenze, ad esempio se vuoi un casco arrampicata leggero. L’opinione degli utenti pubblicate nella vendita online può aiutarti a restringere il campo di scelta. Qui trovi gli aspetti da considerare con la massima attenzione.

Materiale

Ci sono essenzialmente due tipi di casco da arrampicata: a calotta rigida e a schiuma. Nel primo caso, l’impatto della caduta di roccia o ghiacciolo viene attutita dal guscio esterno. È un approccio vecchio stile ma funziona in modo straordinario quando è fatto bene. La maggior parte dei caschi rigidi presenta una struttura in abs spesso foderata con un sottile strato di schiuma. Uno dei vantaggi di questa soluzione è il prezzo: si tratta infatti del tipo più economico.

I modelli a schiuma presentano un guscio esterno fatto di un sottile strato di plastica abs e poi rinforzato con uno spesso strato di polistirene assorbente o schiuma di polipropilene. Sono efficaci, ma in genere non hanno una lunga durata.

Protezione

Lo scopo principale del casco da alpinismo è quello di proteggere la testa dalla caduta di pietre e ghiaccio e, nei casi più estremi, di salvare la vita. Le rocce sono solide, quindi i caschi devono essere fatti di materiale adatto per garantire un’adeguata protezione mentre ti avventuri per una via ferrata. La maggior parte dei caschi sono generalmente realizzati con un guscio di plastica dura o uno spesso strato di schiuma leggera con un guscio in policarbonato. Un guscio di plastica è considerato più resistente e più duraturo, ma ciò che offre in sicurezza, compromette in peso e comfort.

Comfort

Un fattore importante che spinge a non indossare il casco è il comfort. Le aziende stanno facendo grandi sforzi per garantire che i loro prodotti siano il più comodi possibile, per incoraggiare tutti gli scalatori a mettere un casco, indipendentemente dalla disciplina. Tuttavia, questa è una sfida a causa di una varietà di forme e dimensioni della testa.

Traspirazione

A volte può capitare di dover indossare un casco tutto il giorno. Altre volte solo per un’ora o due. Sentir scorrere il sudore sotto il casco in una zona di arrampicata calda e umida non è piacevole per nessuno. Ma l’arrampicata alpina non deve neppure essere in balìa della gelida stratosfera per via di un casco progettato con una miriade di aperture di ventilazione. Non devi avere la sensazione di essere davanti a una finestra aperta. Scegli la giusta quantità di ventilazione in base al tipo di salita che sei solito affrontare.

Peso

Quanto peso sei disposto a sopportare? In linea di massima si consiglia di considerare il peso una preoccupazione secondaria rispetto alla sicurezza. Un bel casco leggero può essere una gioia da indossare, ma se si frantuma sotto l’impatto di una grande pietra o di un pezzo di ghiaccio ti farà rimpiangere di non aver scelto un modello più robusto.

Durata

I caschi da arrampicata sono progettati per proteggere la testa dalla caduta di oggetti attraverso la parziale distruzione dei materiali. La maggior parte dei caschi da arrampicata può resistere ad alcune rocce di piccole dimensioni o ad un paio di blocchi di ghiaccio di buone dimensioni, ma dovranno essere sostituiti dopo ogni  impatto di una certa entità.

È importante cercare qualcosa che possa resistere alla normale caduta di rocce sgretolate e a una normale quantità di bombardamenti di ghiaccio senza bisogno di essere sostituiti. Abbiamo anche bisogno di qualcosa che si possa mettere nello zaino e non vada in mille pezzi se cade accidentalmente da qualche metro.

In linea di mssima, i modelli più pesanti in ABS con guscio rigido si dimostrano più durevoli per l’arrampicata quotidiana rispetto aquelli in schiuma leggera, che proteggono la loro schiuma con gusci in policarbonato molto più sottili.

Regolazione

Gli alpinisti attraversano molti terreni e climi variabili e talvolta indossano cappellini di lana di diverso spessore sotto i loro caschi. 

Se pensi di affrontare un’arrampicata in ​​un ambiente che potrebbe richiederti di regolare il casco più volte in un giorno, scegline uno che sia regolabile in modo facile e veloce.

Tieni anche presente che se il casco ha una regolazione nella parte posteriore, è possibile intervenire facilmente mentre si indossa un guanto.

Attacco per la torcia

Sia all’alba che all’imbrunire, la possibilità di fissare una lampada frontale a un casco da arrampicata è importante. Il metodo di base per il fissaggio è costituito da quattro clip rivolte verso il basso posizionate attorno al casco per trattenere una cinghia su cui è fissata la luce. Anche se questo metodo è ancora comune per creare un casco speleologia, oggi viene spesso utilizzata una fascia elastica nella parte posteriore del casco che si abbassa sulla parte posteriore della cinghia della torcia e si blocca su un piccolo gancio. Questi cinturini sono molto più efficaci anche per mantenere in posizione i cinturini degli occhiali, come quando indossi un casco da sci.

Cura del casco da arrampicata?

I raggi UV possono degradare plastica e tessuti. Tienilo presente se ami arrampicarti in aree particolarmente soleggiate. Se dopo diverse ascese ti accorgi che sta diventando puzzolente, puoi provare a lavare gli inserti in schiuma e pulire l’interno con un detergente delicato.

Tuttavia, se arrivi al punto in cui non riesci più nemmeno a indossarlo, è arrivato i momento di sostituirlo.

Ogni quanto va sostituito il casco da arrampicata?

il-casco-da-arrampicata

Nessun casco dura per sempre. Gli anni passano per tutti e alla fine, arriva il momento in cui è necessario sostituire il tuo casco da arrampicata, anche se magari – per fortuna – non hai  mai avuto l’occasione di testarlo “sul campo” in modo serio. Gli esperti ritengono che sia più sicuro mandare in pensione il casco al più tardi dopo dieci anni dalla data di produzione.  Meglio farlo prima, però, se hai acquistato un modello a basso prezzo.

Se ti accorgi che il tuo casco viene frequentemente colpito da roccia o ghiaccio, oppure ti è capitato di cadere, controllalo con attenzione per verificare la presenza di eventuali deformità nel guscio di plastica o di incrinature nello strato di schiuma interna. Se qualcosa sembra fuori posto, no avere esitazioni: cambialo, Come si suol dire, meglio prevenire che curare!

Conclusioni

Il casco da arrampicata ti offre un’efficace protezione dai frammenti di roccia e ghiaccio che possono colpirti durante le tue ascese in montagna. Può anche salvarti la vita in caso di una caduta. L’importante è scegliere un modello con precise caratteristiche  costruttive che ti mettono al riparo dalle disavventure ipiche dell’escursionismo d’alta quota. Insieme al comfort ci sono altri aspetti importanti da considerare, come il peso della struttura, un’adeguata ventilazione e la robustezza.

Accordiamo la nostra scelta al casco Orion di Aludesign, un modello  da arrampicata così leggero e confortevole che puoi facilmente dimenticare di averlo indosso.

Il suo  design avvolgente incrementa la sensazione di essere ben protetti e con le sue molteplici aperture posteriori e laterali ti garantisce un alto livello di ventilazione.

Anna Fraschini
Anna Fraschini
Post sullo stesso tema
Torna su