Gli 8 Migliori Cappelli Invernali

migliore-cappello-invernale

Quando arriva l’inverno e le temperature si abbassano, il cielo si ingrigisce e si carica di pioggia o di neve, anche l’abbigliamento si fa più pesante. Tenere al caldo il nostro corpo diventa un imperativo categorico.

Il miglior cappello invernale ti permette di affrontare le rigide temperature a volte in maniera originale. Puoi scegliere un tipo sportivo per svolgere la tua attività all’aperto o personalizzare il tuo look originale con un berretto stile militare, con pon pon, rivestiti di pelliccia anche sintetica, di tipo peruviano e tanti altri modelli da uomo, donna e bambini per soddisfare le esigenze di tutta la famiglia.

Le Migliori Cappelli Invernali

Qual è il migliore cappello invernale?

Con l’arrivo del freddo, stare coperti permette di mantenere il corpo ad una corretta temperatura. Indossare un cappello invernale può essere utile non solo per coprire la testa ma anche per riparlarla dai mutevoli agenti atmosferici che nel periodo invernale sono frequenti.

Se per i più piccoli è una necessità, anche per uomini e donne indossare un berretto invernale alla moda può essere occasione per affrontare le rigide temperature in maniera originale.
Per lo sportivo il must have è un cappello in materiale tecnico che non solo protegge dal freddo ma ha funzione traspirante.
Le cuffie in 100% lana vergine sono perfette da abbinare ai giacconi sportivi e anche donne e ragazze possono sfoggiare il loro cappello invernale tra coloratissimi beanie e berretti in lana dalle diverse lavorazioni a maglia, a coste o a treccia.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori cappelli intevrnali:

1. Cappello invernale Carhartt Acrylic Watch Berretto

2. Vbiger Cappello Uomo invernale –  Il migliore per completo di scaldacollo

3. Cappello invernale Eversee Bluetooth Beanie

No products found.

5. Levi’s Oversized Batwing Beanie Cuffia Uomo 

7. Tommy Hilfiger Pima Cotton Beanie Cuffia Uomo

8. Adidas Daily Berretto Uomo –  Il migliore per tessuto fresco e asciutto

Come scegliere un cappello invernale?

cappello-invernale

Coprirsi è la chiave per stare al caldo in inverno e questo include anche la testa. La testa e le orecchie sono parti sensibili al freddo e come qualsiasi altra parte del tuo corpo scoperta disperdono calore se non sono adeguatamente protette.
In commercio trovi cappelli invernali fatti in molte fogge: questa guida ha lo scopo di aiutarti a trovare un modello che si adatta alle tue esigenze di abbigliamento e al tuo stile, e ti consiglia sul miglior prodotto da acquistare in base a un buon rapporto qualità prezzo. 

Scegliere il cappello in base alla forma del viso?

Se non sei sicuro di quale cappello invernale sia più adatto a te, considera innanzitutto la forma del tuo viso. Come le acconciature, non tutti i cappelli si adattano a tutte le forme del viso. Non sei sicuro di quale forma del viso hai? Ecco i più comuni:
Ovale: viso più lungo con una mascella curva
A forma di cuore: mascella a punta lunga e zigomi definiti
Oblungo: lungo e stretto
Rotondo: largo quanto lungo
Rettangolare: lungo e largo con una mascella forte

Quali tipi di cappelli invernali?

I cappelli invernali sono realizzati con tessuti più caldi dei cappellini estivi: sono fatti di lana, feltro, pelliccia (anche sintetica) e pile.
Non esiste un tipo di cappello invernale ideale adatto ad ogni occasione, ma esiste uno stile che si adatta a ciò che stai cercando sia per l’abbigliamento casual e per lo sport invernale (come un cappello da neve per lo sci, lo snowboard, il trekking in montagna), che per occasioni più formali.

Ecco quali sono i tipi più diffusi.

  • Cappelli a cuffia tipo Beanie

I cappelli a cuffia in maglia sono probabilmente lo stile più popolare tra i ragazzi che vestono casual. Sono spesso unisex e realizzati in poliestere o acrilico ma possono anche essere realizzati in lana o pile.
Si possono trovare in tinta unita e disegni semplici o con motivi e disegni più audaci che richiamano la marca che fa tendenza di moda, spesso abbinati a sciarpe degli stessi colori e motivi.

  • Cappello Bobble con il pon pon

Il cappello con pon pon sembrerebbe essere il classico  per i bambini, però piace anche agli adulti, specie alle signore. Di solito è realizzato in tessuto a maglia di lana con una “palla” in cima; i  pon pon in pelliccia alla sommità del cappello sono una scelta alternativa che piace molto agli adulti.

Per quelli di voi che hanno un viso ovale o oblungo, come per cappelli a cuffia, il cappello Bobble completerà la forma del tuo viso. In effetti un cappello Bobble si adatta alla maggior parte delle forme del viso.

  • Cappello da cacciatore / da aviatore

Sono essenzialmente cappelli con paraorecchie (che possono essere sollevate e legate in alto) e con visiera e sono molto caldi perché spesso sono imbottiti e foderati.

I cappelli da caccia sono simili al colbacco russo realizzato in pelliccia di montone, coniglio o topo muschiato. Il cappello da aviatore è invece solitamente in pelle, con pelliccia sulla fronte e sui paraorecchie.
Se fa molto freddo, un cappello da cacciatore o da aviatore ti darebbero tutta la copertura dal freddo e dal vento, che puoi ottenere senza indossare un passamontagna.

I paraorecchie sono progettati per fornire una protezione aggiuntiva dagli elementi e spesso questo tipo di cappello ti copre anche il collo.
Questo stile di cappelli si adatta alla maggior parte dei tipi di viso ed è popolare sia per gli uomini che per le donne.

Cappello deerstalker in stoffa stile inglese

Se non vuoi rinunciare a uno stile british un po’ più compassato, potrebbe andarti a genio un altro tipo di cappello da cacciatore, stavolta di stoffa morbida, reso famoso dalle storie di Sherlock Holmes.

In realtà più che da detective questo cappello con due visiere rigide davanti e dietro e paraorecchie che possono essere legate insieme sopra la parte superiore. Era  originariamente indossato da persone di zone rurali che, come suggerisce il nome, cacciavano i cervi.
Un tradizionale deerstalker è solitamente realizzato in tweed di lana, foderato con raso o cotone lucido.

  • Cappelli Fedora, Borsalino o Trilby

Si tratta di tre cappelli dalla forma molto simile, ma dal risultato finale (cioè quando li si indossa) molto diverso. Originariamente nascono come cappelli invernali realizzati nel tradizionale feltro di lana: le differenze sono principalmente nella larghezza della tesa (o falda) e nella consistenza.

Il Borsalino presenta una tesa larga 6 cm e con una consistenza piuttosto rigida; il Fedora ha una tesa più larga, mediamente di 7, 5 – 8 cm e con una mano decisamente più morbida che puoi facilmente piegare di lato o in giù; infine il Trilby si distingue dai primi due per avere una tesa decisamente più piccola e stretta. Tutti hanno una tradizionale piega al centro.

Anche se Borsalino non indica uno stile ma più propriamente una marca di cappelli di una nota ditta italiana, l’azienda storica (è stata fondata in Piemonte nel 1859) vantava già una vastissima produzione simile al Fedora. Per questo, per praticità si può intendere che nei paesi di origine anglosassone questo cappello è chiamato Fedora, mentre in Italia si chiama Borsalino.

È un cappello elegante che può essere indossato da uomini e donne.
Il Trilby ha un’origine più moderna e si distingue dagli altri due per la fada decisamente più piccola e stretta e curvata all’insù nella parte posteriore.

La forma rastremata sul davanti di un cappello Borsalino crea lunghezza aggiunta e per questo motivo è più adatto a persone  con forme del viso più brevi. Se hai un viso più piccolo puoi scegliere un tipo con falda più stretta; se hai una forma rettangolare del viso, puoi scegliere un Borsalino con un bordo più largo. 

  • Cappello di pelliccia

I cappelli di pelliccia sono spesso associati al glamour e sono popolari tra coloro che cercano un cappello invernale più formale.

Tradizionalmente, i cappelli di pelliccia erano indossati da uomini e donne, tuttavia gli stili attuali tendono ad essere più femminili. Sono tipici dei cappelli cosacchi russi (da non confondere con il colbacco) e a differenza di un cappello da aviatore, non hanno paraorecchie.

I cappelli di pelliccia sono adatti a persone esuberanti, specie se hanno  il viso più rotondo.

  • Fasce invernali

Sebbene tecnicamente non è un cappello, una fascia in pile è una scelta popolare per l’inverno, adatta ai visi strutturati o rotondi. È anche apprezzata dagli sciatori, generalmente in pile leggero. Alcune sono estremamente sottili e possono essere indossati sotto il casco da sci o da sci snowboard e con la maschera. Molte persone preferiscono fasce per cappelli in quanto forniscono ancora calore extra ma non scivolano via dalla testa come fanno alcuni cappelli, inoltre si possono trovare articoli più economici e a basso prezzo. 

Conclusioni

Trovare un copricapo per la stagione fredda diventa facile e divertente se cerchi nei canali di vendita online, che offre il più vasto assortimento di berretti invernali per uomo, donna e bambino che puoi trovare sul mercato. Cappelli classici e berretti all’ultima moda sono disponibili per quelli che desiderano sia un look intramontabile che seguire i dettami fashion, con un occhio al prezzo e alle opinioni di altri utenti che hanno già acquistato.

Ci ha colpito in particolar modo il cappello della No products found., che oltre ad essere caldo e confortevole ha una marcia in più. Si collega in pochi secondi ai dispositivi Bluetooth per ascoltare la musica preferita.

Anna Fraschini
Anna Fraschini
Post sullo stesso tema
Torna su