Vacanza in Trentino Alto Adige con i bambini: 10 attività per tutta la famiglia

Supponiamo che tu stia cercando una località dove trascorrere le vacanze con i tuoi bambini e che la meta in questione debba unire relax, avventura, buon cibo e tantissime attività adatte ad ogni fascia d’età.

Una vacanza in Trentino Alto Adige coi bambini è proprio quel che fa per te!

Perché il Trentino per una vacanza con i bambini?

Regione a dir poco magica, il Trentino riesce ad offrire sia in estate che in inverno occasioni di svago e meraviglia per grandi e piccoli.

Val di Fassa, Val di Fiemme, Paneveggio o la stessa zona di Trento e dintorni… ce ne sono di itinerari più che adatti per delle vacanze in Trentino con i bambini!

Come faccio a saperlo?

Tutto merito dei miei genitori che per oltre 15 anni mi hanno portato alla scoperta di alcune città del Trentino e delle sue meraviglie naturali; è un territorio che ho da subito amato e che oggi, da adulta, non mi stanco mai di riproporre.

Note biografiche a parte, ecco le mete a mio parere più azzeccate in alcune località del Trentino Alto Adige per vacanze coi bambini.

Qui di seguito ti presentiamo vacanze con bambini in Trentino Alto Adige:

1. Alpe Seceda

Alpe-Seceda

Una passeggiata sull’Alpe Seceda

Posta in Val Gardena, poco più in alto del paese Ortisei, l’Alpe Seceda è un grande spiazzo di prati e malghe ai piedi dell’omonimo monte, nelle immediate vicinanze delle montagne delle Odle.

La vetta del monte Seceda la si raggiunge in funivia (scegliendo tra due percorsi), ma anche camminare in questa bellissima valle ha davvero fascino.

Perché può piacere anche ai bambini?

Innanzitutto perché il percorso a piedi è semplice, decisamente fattibile ma allo stesso tempo di grande impatto paesaggistico. I tuoi bambini si sentiranno dei piccoli esploratori o avventurieri, alla ricerca del tesoro in alta valle.

Per i ragazzini più grandicelli si può pensare alla scampagnata verso la vetta del monte, che come anticipavo, si può raggiungere in due modi diversi:

Scegliendo la prima opzione avrete la possibilità di spezzare la risalita, fermandovi in uno dei numerosi rifugi e ristoranti della zona, ideali come punto di appoggio e ristoro.

2. Heinzen Alm

Heinzen-Alm

Merenda con vista alla malga Heinzen Alm

Circondata da Catinaccio e Latemar, due tra le più belle montagne delle Dolomiti, la malga Heinzen Alm sorge a Nova Levante, frazione Carezza: questo paesino, posto a 1.069 metri, conta poco più di 100 abitanti.

Meta turistica apprezzata da grandi e piccini, proprio lungo il percorso che da Nova Levante conduce a Carezza, si incontra il bellissimo lago di Carezza, uno specchio d’acqua color smeraldo ribattezzato “lago dell’arcobaleno”.

Una volta raggiunta la malga, oltre al panorama mozzafiato, vi attende un rifugio dove gustare una vera merenda altoatesina con pane e speck, buonissime torte, yogurt fresco e tanto altro.

Perché può piacere anche ai bambini?

A conquistarli potrebbero essere i grandi spazi liberi dove correre e giocare indisturbati, il parco giochi disposto in cima alla malga oppure la stessa golosa merenda che abbiamo citato poco fa, chissà!

Se le vostre vacanze dovessero svolgersi nel periodo invernale, invece, potete contare sull’ impianto sciistico Carezza Dolomites che comprende 12 impianti di risalita e 40 km di piste perfettamente attrezzate. Ore e ore di sci o snowboard per avvicinare i più piccoli agli sport di montagna in totale sicurezza!

3. Lazinser Hof e Lazinser

Lazinser-Hof-e-Lazinser

Pranzo ricco al Lazinser Hof

Qui in Trentino Alto Adige le chiamano Gasthaus ma in italiano si traducono come trattorie, osterie: il Lazinser Hof e Lazinser, trattoria di montagna dal 1800, si trova a Moso di Passiria (14 km da Merano) in una valle a dir poco incantata con enormi distese verdi e un ruscello che serpeggia lungo tutto il perimetro della zona.

Perchè la consiglio a famiglie con bimbi a seguito?

  • Trovo che la cucina altoatesina sia una delle poche a far breccia nel palato difficile dei bambini: riesce a conquistarli con sapori golosi, appetitosi e consistenze croccanti (hai mai sentito un bambino rifiutare un pasticcio di patate e formaggio filante?)
  • Nei pressi del maso non mancano occasioni per escursioni di ogni tipo, dalla più facile (come la Plan – Zepbichl – Lazins, 45 minuti) a quella impegnativa (Val di Pfos “Vorderkaser” – baita Stettiner, 7 ore).

Come avvicinarsi al Lazinser Hof?

Moso di Passiria si trova in provincia di Bolzano al bivio tra la Valle di Plan e La Valle di Corvara in Passiria ma si raggiunge anche dal tratto autostradale A22 (con uscita a Vipiteno) o dall’ A23, che dall’Italia conduce in Austria.

4. Malga Fane

Malga-Fane

Dimenticarsi dell’area giochi in città a Malga Fane

Al confine tra Val Pusteria e Val d’Isarco, la Malga Fane sorge all’interno di un villaggio costruito in epoca medievale con funzione di lazzaretto e rifugio per mendicanti della zona. Si trova in Val di Valles ed è una delle mete più gettonate e conosciute dai turisti che da anni la frequentano sia d’estate che d’inverno.

Qualche baita, numerosi fienili, una cappella e ben tre malghe: questo è ciò che potranno fotografare i vostri occhi. E vi assicuro che nessun angolo sarà uguale all’altro.

Perchè suggerirla come meta per famiglie con bambini?

Qui i bambini sperimentano avventure che al parco giochi residenziale mancano: attraversare il ruscello su grandi sassi, addentrarsi nel bosco senza spaventare gli animali, prestare attenzione ai segnali di sentiero…

Se tutto questo non dovesse funzionare, potete provare con:

  • Una salita fino al Rifugio Bressanone
  • Discese in slittino (in inverno)
  • Percorso con le ciaspole (in inverno)

5. Malga Foresta e Lago di Braies

Malga-Foresta-e-Lago-di-Braies

Giro in barchetta al Lago di Braies

Malga Foresta e Lago di Braies: forse potete cavarvela con la Malga Foresta, ma nessuno è disposto a credervi se dite di non sapere cosa sia il Lago di Braies.

Celebrato persino dalla TV con la sit com “A un passo dal Cielo”, questo lago è un vero e proprio specchio d’acqua cristallina racchiuso nel bellissimo Parco Naturale Fanes – Sennes e Braies, tra la Val di Landro e la Val Badia.

Il Parco appena citato, insieme alla malga che lo circonda, rivestono un ruolo importantissimo nella cura e protezione dell’habitat naturale di moltissime specie animali, alcune anche a rischio estinzione.

Perchè piace ai bambini?

Al di là della scontata bellezza di posti come questo, potrebbe incuriosirli molto di più la possibilità di noleggio barchetta per un tour sul lago, con la possibilità di scorgere da vicino qualche aquila in cielo o altri animali nella vicina foresta.

A due ore da Trento, il lago di Braies è facilmente raggiungibile in auto. Seguendo le indicazioni per l’Alta Val Pusteria uscite a Braies e, proseguendo per la valle, vi troverete all’ingresso del lago.

6. Marzoner Alm

Marzoner-Alm

Una pedalata alla malga Marzoner Alm

Si raggiunge con una passeggiata di mezz’ora sul sentiero forestale n. 7, partendo dal parcheggio del Säge a Castelbello, in Val Venosta. La malga e il rifugio Marzoner Alm vi accolgono per una sosta dopo le vostre passeggiate o escursioni in mountain bike.

La zona è ricca di sentieri di vario tipo, alcuni adatti a famiglie con bambini, anche a neonati (muniti di passeggino) altri adatti a gente più cresciutella ed esperta.

Per gli appassionati di MTB o e-bike ci sono altri percorsi da battere in totale tranquillità senza timore di intralciare il passaggio a nessuno.

Che voi siate esperti in sella a due ruote o famiglia a passeggio, quel che conta è ristorarsi una volta giunti sul posto, magari con un buon piatto di canederli o una soffice torta ripiena di marmellata. O anche tutti e due.

Perchè può piacere ai bambini?

Questo posto ha le carte in regola per momenti spensierati e indimenticabili da condividere con tutta la famiglia, magari in sella alle loro biciclette, esplorando la valle in totale sicurezza.

7. Prati dell’Armentara e Rifugio La Crusc

Prati-dellArmentara-e-Rifugio-La-Crusc

In seggiovia al Rifugio Santa Croce

La tappa che sto per proporti è un’offerta prendi due paghi uno: sto parlando dei Prati dell’Armentara e del Rifugio La Crusc, a Badia, comune sparso e composto da varie frazioni, nel vasto territorio dell’Alta Badia.

Per giungere a quota 2.045 metri (questa l’altezza a cui si trovano rifugio e omonimo santuario) tu e i bambini avete ben tre opzioni:

  • Partire dal centro abitato di San Cassiano
  • Partire da quello di Badia e (con la seggiovia) arrivare alla meta
  • Partire da Furnacia (frazione di La Valle), seguendo il sentiero 15A fino al rifugio

La terza opzione pare sia abbastanza gettonata: è una passeggiata molto semplice, magari non corta ma adatta a tutti, grandi e piccoli.

Potreste essere tentati a scegliere la seconda opzione ma partendo da Furnacia avrete la possibilità (a metà percorso) di attraversare i bellissimi Prati dell’Armentara.

Perchè consigliarla per famiglie con bambini a seguito?

I motivi sono molteplici: primo fra tutti la facilità e comodità con cui si può raggiungere il santuario; secondo aspetto il fascino di poter fotografare (o farsi fotografare) vicino a un edificio in alta quota. In ultimo, la bellezza del santuario stesso, che non lascerà indifferenti nemmeno i tuoi bambini.

8. Prati di Croda Rossa

Prati-di-Croda-Rossa

Ai Prati di Croda Rossa – a salutar le renne!

Se vuoi spiegare ai tuoi bambini dove passano le estati le renne di Babbo Natale è qui che devi portarli! Ai Prati di Croda Rossa infatti è possibile far visita a una vera e propria tribù di renne.

Fra le tre perle del Consorzio Tre Cime di Sesto Pusteria (le altre sono Rifugio Baranci e Nuovo Percorso Naturalistico dell’Olperl) i Prati di Croda Rossa (1925 mt) sono una tappa obbligata per molti turisti della zona.

Il motivo principale è che sono alla portata di tutti, specialmente di famiglie con bambini, anche molto piccoli. Se ti stai chiedendo come ci si arriva è facilissimo: dal comune di Moso in cabinovia.

Inutile provare a spiegarti la bellezza di cui godrete durante la passeggiata, ma a te genitore voglio lasciare tre parole chiave per selezionarla come opzione durante la vostra vacanza in Trentino Alto Adige:

  • Ampia area giochi in legno
  • Servizi di ristorazione “family friendly”
  • Passeggiate a misura di… passeggino!

9. Sattler Schwaige

Sattler-Schwaige

Raccogliere mirtilli e ribes alla Sattler Schwaige – Alpe di Siusi

Posta in leggera altura sulla meravigliosa Alpe di Siusi, la Sattler Schwaige è sia baita che Gasthaus a Castelrotto, provincia di Bolzano.

L’ho inserita nelle 10 proposte alle famiglie perché è stata una delle migliori gite in montagna della mia infanzia.

C’è da dire questo: molto lo fa l’incontaminato panorama offerto dall’Alpe di Siusi, un posto quasi surreale dal tanto incanto che riesce a trasmettere.

Ma torniamo alla Sattler Schwaige: cucina tipica e tradizionale altoatesina, secondo i miei ricordi la miglior cucina di questa zona (anche secondo un rapporto qualità prezzo) qui verrete letteralmente investiti da taglieri di salumi, formaggi, canederli e varie stuzzicherie sempre rigorosamente locali.

Perchè può piacere ai bambini?

Perché possono improvvisarsi raccoglitori e venditori ambulanti di piccoli frutti (mirtilli o ribes) oppure, pazienza permettendo, custodire suddetti frutti in un fazzolettino e una volta giunti a casa farne delle piccole composte o addirittura dei ghiacciolini!

10. Val di Funes sotto le Odle

Val-di-Funes-sotto-le-Odle

Insieme nei boschi della Val di Funes

Ultima proposta, una fiabesca passeggiata in Val di Funes, tra le poche valli in Alto Adige a rimanere autentica, con uno splendido affaccio sul massiccio delle Odle.

I percorsi e i sentieri presenti in quest’area dell’Alto Adige sono rimasti per il momento sconosciuti a influencer e sostenitori del turismo di massa. Per questo motivo, a differenza di mete come il Lago di Braies, non soffre particolari picchi di fama tra un mese e l’altro dell’anno.

Puoi prepararti a una bella camminata in compagnia dei tuoi bimbi, partendo da Malga Zannes (inaugurata lo scorso maggio) e proseguire tra distese di prati e rigogliosi boschi ombreggiati, dove trovar sollievo da quel caldo che riesce a infiltrarsi anche in montagna!

Perchè piace ai bambini?

Perchè si sentiranno dei piccoli Indiana Jones all’avventura, ad esempio decifrando i segni del passaggio dei diversi animali.

Dopo un’oretta di camminata, seguendo il sentiero n.36 si arriva prima alla Malga Glatsch e poi,  bambini permettendo, si può proseguire fino al Rifugio delle Odle.

Post sullo stesso tema
Torna su