guida sci alpinismo

Guida introduttiva allo sci alpinismo

Cominciare a praticare scialpinismo ti porta a vivere la montagna e i resort in maniera del tutto nuova ed estremamente appagante. Lo scialpinismo è infatti impegnativo ma può regalarti emozioni uniche e la possibilità di scoprire posti incantevoli.

Hai tanti quesiti che ti frullano per la testa, vero? Prima di impostare le coordinate verso la cima innevata a te più vicina, leggi le nostre risposte alle domande più frequenti di chi comincia a praticare questa disciplina.

Le 6 domande più comuni:

1. Come posso prepararmi fisicamente alla pratica di questo sport?

Lo sci alpinismo è uno sport bello tosto quindi è importante migliorare e/o mantenere un buon livello di prestanza fisica prima di cominciare.

Non vogliamo scoraggiarti ma renderti consapevoli che fare attività in montagna per diverse ore è piuttosto pesante e non puoi pretendere di riuscire a praticare questo sport se non riesci nemmeno a salire le scale di casa senza avere il fiatone!

E’ anche vero che non dovrai essere un maratoneta per cominciare, potrai infatti aumentare gradualmente il livello di difficoltà del percorso che sceglierai.

Tieni conto, infatti, che ci sono tanti di percorsi diversi divisi per livelli di difficoltà e potrai scegliere quello più adatto al tuo livello di fitness, avendo cura di esercitarti con pazienza e costanza proprio come faresti con qualsiasi altro sport aerobico.

L’altro elemento chiave è il ritmo: non cercare di forzarti di tenere il passo con i tuoi compagni di viaggio, trova l’andatura adatta alle tue abilità e cerca di non strafare.

Se vuoi arrivare preparato alla stagione invernale, il nostro consiglio è quello di allenarti nei mesi estivi e autunnali facendo escursionismo, corsa, mountain bike, ciclismo, arrampicata, nuoto e stretching per essere pronto a iniziare lo sci alpinismo.

 Come-posso-prepararmi-fisicamente-alla-pratica-di-questo-sport

2. Con chi conviene partire?

L’ideale è sempre partire in compagnia quando si pratica uno sport in montagna; la prudenza infatti non è mai troppa e avere accanto qualcuno che possa venire in tuo soccorso nel caso in cui dovessi trovarti in difficoltà è sempre un bene. Se non conosci altri appassionati o futuri tali puoi pensare di iscriverti a un club come ad esempio il Club Alpin Français (CAF) che troverai in tutte le grandi città della Francia oppure, se preferisci partire per il

Regno Unito, potresti optare per l’Eagle Ski Club. Scegliendo di iscriverti a un club uscirai con altre persone, dovrai pagare solamente le spese del soggiorno e soprattutto potrai noleggiare l’attrezzatura per lo scialpinismo a prezzi inferiori.

Hai amici che già praticano con costanza questo sport? E’ bello poter condividere questa esperienza con persone a te care ma non farti portare subito troppo lontano. Ricorda che gli amici, anche quelli con esperienza, non sono guide e per quanto possano essere capaci di prendersi cura di se stessi potrebbero non avere la preparazione necessaria per correre in tuo aiuto nel caso ne avessi bisogno.

Se i tuoi amici invece sono dei gran pigroni che preferiscono passare le giornate invernali davanti al caminetto piuttosto che con un paio di sci per scialpinismo, ci sono molti siti web dove potrai trovare partner con cui condividere questa esperienza.

Questo consiglio è valido solamente dopo che avrai già acquisito un po’ di esperienza: prima di partire dovrai infatti essere indipendente visto che non conosci le abilità del tuo partner e non sai se è esperto nelle tecniche di salvataggio e di sicurezza.

Con-chi-conviene-partire

3. Qual’è il miglior abbigliamento per lo scialpinismo?

Il miglior modo di vestirsi è quello di indossare più strati leggeri.

Esiste infatti una notevole differenza di temperatura tra salita, vetta e discesa: se in salita potresti trovarti esposto a sud, senza vento, con una temperatura che raggiunge i 30°, un’ora dopo potresti essere sulla cima con il termometro che arriva a -15°, con venti di 60 km /h.

Il nostro consiglio è dunque quello di proteggere la tue gambe con due strati, uno esterno più pesante in Goretex o Sympatex (che potrai eventualmente riporre nello zaino) mentre quello più a contatto con la pelle dovrebbe essere leggero (come per esempio dei pantaloni della tuta). Per la parte superiore del corpo invece sono meglio tre strati cioè un gilet, un pile e una giacca da sci Goretex leggera così, se dovessi sentire caldo, potrai riporre il pile e la giacca nello zaino.

Non sottovalutare inoltre la necessità di alcuni accessori come un cappello o un passamontagna, degli occhiali da sole con protezione UV al 100% e sfumature laterali e per finire un paio di guanti (meglio se imbottiti in polartec e con l’esterno di Goretex).

Qual’è-il-miglior-abbigliamento-per-lo-scialpinismo

4. Oltre l’abbigliamento per lo scialpinismo, cosa mi servirà per praticare questo sport?

Gli sci utilizzati per questo sport vanno da modelli molto leggeri, destinati alla massima mobilità in salita e che possano garantire una buona velocità, a modelli pensati per il fuoripista che sono leggermente più pesanti ma offrono un confort extra durante la discesa. Per praticare questo sport vi serviranno inoltre delle pelli con cui coprire il fondo dei vostri sci: queste pelli non sono altro che lembi pre-tagliati di stoffa resistente (di solito mohair o sintetico) che vi consentiranno di viaggiare in salita senza scivolare indietro. Alle estremità della pelle troverete delle clip per fermarle e una colla adesiva non permanente che terranno attaccato il materiale alla base dello sci.

Oltre a sci e pelli, per lo scialpinismo dovrete comprare degli attacchi specifici e leggermente diversi rispetto a quelli che si usano per sciare: questi infatti consentono di sollevare il tallone quando si va in salita o bloccarlo durante la discesa. Sono disponibili due diverse tipologie di attacchi, ovvero quelli a perno o quelli al telaio: i primi sono più leggeri ma richiedono anche stivali specifici in cui connetterli mentre quelli a telaio potrai utilizzarli con stivali standard che non presentano un particolare tipo di connettori. Ricorda quindi di controllare, prima di partire, di avere gli stivali compatibili con i tuoi attacchi.

Nello sci alpinismo l’attrezzatura è fondamentale e non potrai evitare di portare con te un kit di sicurezza e la giusta conoscenza che ti renda in grado di usarlo in una situazione di emergenza: un ricetrasmettitore di valanghe, una sonda e una pala sono strumenti indispensabili per trovare qualcuno sepolto da una valanga quindi ti consigliamo di portarli con te dopo aver fatto un po’ di pratica. Un buon modo per allenarti potrebbe essere quello di andare con degli amici sulla neve, seppellire alcuni pacchi e esercitarvi così nelle vostre abilità di ricerca.

5. Come imparare la giusta tecnica per lo scialpinismo?

Non vedi l’ora di buttarti in questa nuova avventura e non puoi pensare di trascorrere tutte le tue vacanze a provare e riprovare fino a quando non avrai la giusta dimestichezza con l’attrezzatura? Se sei tra quelli che non stanno più nella pelle di

imparare e vogliono farlo velocemente ed efficacemente puoi rivolgerti a una guida professionista o ad un istruttore adeguatamente qualificato, proprio come faresti per l’arrampicata estiva o lo sci da pista: in questo modo la tua preparazione sarà impeccabile, perfettamente adatta alle tue esigenze ma dovrai tener conto che dovrai sborsare un po’ per un corso completo di lezioni.

Se invece vuoi risparmiare, un’ alternativa è quella di fare pratica da solo: in questo caso ti consigliamo di scegliere un percorso abbastanza semplice, di percorrere lo stesso tratto di strada fino a quando non familiarizzerai con l’uso dell’attrezzatura e non sarai capace di percorrere quel tratto a occhi chiusi (si fa per dire!).

Per rendere più veloce ed efficace l’apprendimento della ((tecnica di sci alpinismo)) puoi: fare scorrere anziché sollevare i tuoi sci, concentrarti su come svoltare praticando e migliorando questa tecnica il più possibile, tenere i tuoi bastoncini più in alto per ottenere maggiore equilibrio durante la salita e, infine, usare le braccia per sostenere le gambe durante la pratica.

Come-imparare-la-giusta-tecnica-per-lo-scialpinismo

6. In che periodo conviene partire?

Una delle bellezze di questo sport è che non si è condizionati dagli orari di apertura degli impianti o dall’inizio della tradizionale stagione sciistica.

Ci sono persone che fanno scialpinismo ogni mese dell’anno, anche se è vero che, sebbene la neve possa essere alta sui ghiacciai, a luglio e agosto non è la migliore.

La stagione invernale è l’ideale per trovare neve fresca e adatta alla pratica di scialpinismo sciata e gli snowboarding, ma è anche la stagione in cui c’è il rischio maggiore di valanghe e di trovare maltempo.

In-che-periodo-conviene-partire

La neve primaverile è molto piacevole: è infatti più facile sciare in questo periodo ma spesso le temperatura, che al mattino presto intorno alle 4 e alle 5 sono sufficientemente basse, possono aumentare vertiginosamente durante il giorno. I rischi di valanghe perciò non sono trascurabili, soprattutto in alta quota dove le condizioni possono ancora avvicinarsi a quelle dell’inverno.

Siamo riusciti a dare una risposta alle vostre domande o avete ancora una miriade di interrogativi per la testa? Speriamo di essere riusciti a dare un’idea di ciò che vi serve per praticare questo sport ma, se foste ancora un po’ confusi, vi invitiamo a buttarvi comunque in questa nuova avventura! Ci sarà sempre qualcosa da imparare e, solo con tanta voglia di mettersi in gioco e un po’ di prudenza, potrete fare vostra la tecnica!

Buon divertimento e alla prossima amici!

 

Torna su