pesca-notturna

9 Consigli Preziosi Per La Pesca Notturna

Avete mai pensato alla pesca di notte? E se siete degli appassionati avete pensato a quale tipo di pesca notturna possa essere la migliore per voi? Questo articolo vi darà 9 consigli molto utili per capire cosa portarsi dietro, quali siano gli oggetti indispensabili e quelli che possiamo lasciare a casa, come preparare esca e reti, quale imbarcazione utilizzare se vogliamo usarne una e come muoverci per divertirci in sicurezza.

1. Organizzati durante la pesca alla carpa

Le acque in cui troviamo le carpe di giorno sono in un modo e di notte sono in un modo completamente diverso. Avere tutto quello che ci serve pronto durante la giornata, prima che il sole tramonti, è molto meglio di cercare di trovare cose, al buio, durante la pesca.

Organizzati per tempo, siediti tranquillo e guarda l’acqua con tutto ciò di cui hai bisogno intorno a te. Questo significa molta meno ansia e maggiore tranquillità per pescare con serenità.

Di notte la pesca sarà di sicuro molto più proficua, se saprete come fare, perché i pesci che di giorno sono molto più guardinghi e non escono dalle loro tane di notte sono molto più liberi e vanno in cerca di cibo, quindi sarà facile per voi, con l’esca giusta, divertirvi un po’.

2. Porta con te la luce ricaricabile

Una cosa importante, che dobbiamo sempre tenere in considerazione, è portare con noi delle luci quando si pesca di notte. Se portiamo con noi delle luci non avremo problemi nel trovare quello che ci serve che siano esche, tiranti o altre cosette che avremo intorno a noi.

luce ricaricabile

La luce ricaricabile è un’ottima idea perché sono molto più potenti delle lampadine di un tempo e perché sono ricaricabili, appunto, e a LED, quindi non solo sono ottime per illuminare quello che ci servono ma durano anche 10 volte di più.

Molti pescatori amano comprare le luci quelle da minatore che si attaccano sulla testa così da avere le mani libere.

3. Riparo per la pesca d’estate

Le notti d’estate sono, quasi sempre, delle bellissime notti estive in cui non c’è un momento in cui non siamo felici di vivere un momento meraviglioso come quello di una notte di pesca. Ma, a volte, soprattutto se siamo lontani da casa sarebbe molto bello avere con sé una tenda che faccia da riparo per dormire qualche ora.

Basta portare con sé questa tenda per una persona con dei robusti picchetti che, una volta piantati, servano a ripararci dal vento o da un’improvvisa pioggia o temporale estivo. Questa tenda, poi, deve essere piccola così da poter entrare nel portabagagli o nei più piccoli zaini.

4. Non dimenticare mai il thermos di caffè

Si può sempre pensare di portare con sè un pasto decente e so che moltissimi appassionati non riescono a rinunciare a un buon panino fatto in casa, un piatto di pasta o una bella pizza da portare sulla barca quando si sta tutta la notte fuori.

Ma più che il cibo io so di per certo che nessun pescatore uscirebbe mai di casa senza portarsi dietro un thermos pieno di caffè che è davvero fondamentale per restare vigile durante la pesca notturna.

thermos di caffè

 

Se resti un paio di giorni fuori non portare con te degli ingombranti fornelli ma uno solo che serva a cucinare qualcosa in un pentolino e per preparare un buon caffè che sia in grado di darci caldo e compagnia durante tutte le ore di pesca.

Non portare con te quelle orribili birre in lattina ma porta del buon caffè che sia in grado di tenerti sveglio e di non distrarti o addormentarti.

5. Cose da non dimenticare nello zaino da pesca

Ci sono molte persone che si concentrano solo sulle esche e sulle canne da pesca da portare con sé durante la pesca notturna ma non hanno idea, secondo me sbagliando, di tante piccole cose che è sempre bene portare con sé nello zaino da pesca.

Al di là dei piccoli e grandi attrezzi che ci servono per pescare al meglio dobbiamo pensare a portare con noi un kit di pronto soccorso, che non è mai un di più, qualche pomata cortisonica se mai dovessimo avere una reazione allergica o una puntura d’insetto e la crema solare.

Perché la crema solare di notte? Ci sono tanti amici pescatori che decidono di passare fuori il weekend per la pesca notturna e preferiscono accoppiare anche una giornata di pesca nel giorno successivo. E tutti sanno quanto ci si possa scottare, al largo, su una barca con l’acqua a fare da specchio.

6. Le reti da pesca per la pesca al mare

Non so quanti di voi preferiscano il lago o il fiume per una pesca più intima, più tranquilla.

Ma ci sono tantissime persone che hanno voglia e immenso piacere nel vivere un’esperienza fuori dal comune: la pesca in mare.

Che vogliate farlo in una splendida giornata in un oceano caraibico o che la notte vogliate svegliarvi per farlo sulle coste italiane vi posso assicurare che sarà un’esperienza che non potrete dimenticare e che io stesso ho fatto una notte in cui siamo andati alla ricerca dei pesci spada.

reti da pesca

Se vi trovate dalle parti della Sicilia vi consiglio di organizzare, con qualche pescatore locale, una notte indimenticabile a scegliere reti, calarle, aspettare, vivere una notte in barca con i più bravi professionisti della zona.

Non abbiate timore di chiedere, anche se siete in vacanza, di fare questa esperienza fuori dal comune e decidete anche che ruolo potrete avere in una paranza di pesca professionale. Non penso si possa descrivere in un altro modo che non sia questo: fantastico.

Potreste anche avere un’esperienza extra lusso, fuori dall’Italia, su uno yatch e con una di quelle canne da pesca che sono fissate alla barca e che permettono di poter lottare con i grossi pesci da oceano americano. Ho un amico che ha fatto questa esperienza e ne è rimasto strabiliato.

La lotta tra l’uomo e il pesce, come in una sorta di moderna rivisitazione di Moby Dick di Melville, rende tutto epico, anche solo il sostare a poppa e aspettare che qualche pesce abbocchi.

7. Scegliere i galleggianti da pesca e le esche da pesca più adatte alla pesca notturna

Durante la sessione di pesca notturna qualsiasi pescatore un po’ più esperto porterà con sè i galleggianti per le reti migliori e anche le esche da pesca che più ritiene adatte per fare un bel bottino di pesci da rilasciare poi o da portare a casa.

Chiunque abbia a che fare con la pesca sa che ogni pescatore ha le sue esche, ha i suoi pesci da prendere, ha i galleggianti che considera migliori di altri. Per i neofiti, quelli che vogliono iniziare, questo hobby, non posso che consigliare di parlare con persone esperte o fare un giro in qualche negozio specializzato.

So che molti di voi, però, preferiscono articoli informativi come questo per sapere quello che sia meglio da fare in una notte di pesca.

Un galleggiante con un’antenna amovibile può essere un buon consiglio sempre che tu non voglia usare quegli starlight (le stecche che spezzate si illuminano). Un mulinello polivalente già montato può essere un’ottima idea per non avere ingombri notturni.

Usate, poi, delle esche tenere così che i pesci già rilassati non perdano tempo ad attaccarsi.

8. Usate gli orologi da pesca e i giubbotti da pesca per sentirvi più protetti e informati

Quando si sceglie di vivere una notte di pesca, come abbiamo già detto, dobbiamo essere molto preparati e per prepararci al meglio dobbiamo anche avere accessori comodi ma al tempo stesso molto funzionali.

Negli ultimi 10 anni la più grande rivoluzione nel mondo della pesca è stata quella degli orologi da pesca, cioè di questi smartwatch, dei veri e propri computer portatili, che è possibile trovare on line e nei negozi in cui si vendono attrezzature per la pesca, che sono in grado di riempirci di informazioni.

Quanti dei vecchi pescatori si sono trovati in difficoltà, con qualche temporale imprevisto, mentre si trovavano in mare di notte? Questo può essere, adesso, assolutamente prevedibile grazie a un orologio da pesca che dà le previsioni meteo in tempo reale e che è in grado di leggere lo stato delle maree e delle fasi lunari.

Questo tipo di informazioni e un buon gps incorporato fanno sì che tutti siano molto più informati e che siano sempre reperibili in caso di difficoltà o emergenza, anche se il cellulare non prende o non funziona ad esempio.

Visto che poi abbiamo detto che un pescatore deve sempre avere tutto a portata di mano sarà molto interessante anche comprare il miglior giubbotto da pesca, di quelli leggeri ma con tante tasche, con cui si possa essere più protetti dal vento o dalla pioggia ma in cui si possa inserire tutti i piccoli e grandi attrezzi che ci servono per pescare bene.

 

9. La cassetta per gli attrezzi sempre pulita e organizzata

Quando decidiamo di andare a pescare dobbiamo sempre pensare di portare con noi una cassetta per gli attrezzi che sia super organizzata. Infatti ho sempre pensato che sia molto semplice far sì che una cassetta diventi un vero e proprio arsenale, pulito e organizzato appunto, grazie a una serie di semplici trucchetti.

Usate-gli-orologi-da-pesca

Chiunque di noi si è trovato davanti, anche in grossi market di mobili e accessori per la casa, davanti a quei ripiani, fatti a rettangoli, piccoli e trasparenti che servono a dare ordine a una scrivania o a un piano di lavoro.

Uno di questi portaoggetti è perfetto da inserire nella cassetta per gli attrezzi in modo da avere tutto a portata di mano e se teniamo tutto in ordine sarà molto più semplice trovare quello che ci serve anche di notte e anche grazie alla luce, da portare sulla fronte, che farà una buona illuminazione e che ci lascerà le mani libere per fare quello che stiamo facendo.

Come avrete intuito non ci vuole poi tanto per essere al meglio durante una sessione di pesca di notte, basta solo organizzarsi un po’ di più per non essere impreparati.

Torna su