Mountain Bike In Inverno

13 Motivi Per Andare In Mountain Bike In Inverno

Qual è il divertimento per qualsiasi mountain biker? Andare in bici anche d’inverno! Puoi bruciare i grassi anche con il tempo freddo ,con una bella bottiglia d’acqua, le barrette proteiche, gettare via la tristezza invernale e migliorare la tua fiducia nei confronti del tuo fisico e del miglioramento che ci sarà per la tua salute, anche con una buona alimentazione e un po’ di gioia!

mountain bike

1. Diventerai più forte

Quando c’è di mezzo l’inverno sappiamo perfettamente che fare allenamento è molto più duro ma può essere anche fatto più a lungo e con meno pressione su quella che è la frequenza del cuore.

Infatti possiamo fare molta più bici e avere anche più costanza nel farla. L’inverno, infatti, migliora il numero dei mitocondri che producono più energia e quindi si può correre più a lungo e anche più velocemente prima che si raggiunga la soglia limite della tua gamma aerobica e quindi sopraggiunga la stanchezza.

Oltretutto una cosa che forse non ti verrà mai in mente è che essendo vestiti di più a strati, con vestiti più pesanti, e anche utilizzando una bicicletta più pesante ci sarà molta più resistenza muscolare e tu diventerai molto più forte.

2. Diventerai più soddisfatto di te

Nel momento in cui ti troverai davanti a delle sfide anche piuttosto pesanti come può essere quello di andare in bici in inverno allora ti sentirai molto più sicuro e molto più soddisfatto di te.

Le altre persone non sono poi così convinte di fare attività in inverno, quindi tu sei sicuramente più forte e anche più tenace.

soddisfatto di te

Oltretutto quando si fa questo tipo di allenamento si diventa molto più duri rispetto alle intemperie, quindi mentre gli altri si troveranno in difficoltà anche con una piccola pioggerellina primaverile tu sarai completamente a tuo agio e non sentirai neppure freddo.

Ci sono un sacco di pagine social e di forum in cui altri appassionati come te ti daranno grandi consigli e grandi motivazioni per continuare l’allenamento anche in inverno. Quindi non farti prendere dalla pigrizia e continua la tua preparazione tutto l’anno, ti troverai benissimo!

3. Brucerai le calorie prima e dopo la bici

Quando la temperatura esterna è più fredda il tuo metabolismo aumenta i giri per mantenerti al caldo e quindi si bruciano molte più calorie. Ovviamente ci sono dei trucchetti con cui avere a che fare per perderne un po’ di più.

ciclismo bici da montagna

Le calorie non bruciano nello stesso modo, soprattutto se siamo molto coperti nella parte superiore del corpo. Quindi potremmo pensare di usare un po’ meno strati per stare sì tranquilli ma dare anche spazio al nostro metabolismo di lavorare meglio.

Infatti si parla di termogenesi non vibrante. Praticamente anche se non abbiamo i brividi, ed è giusto che sia così, potremmo non coprirci poi così tanto così da aumentare un po’ il freddo, aumentare il bruciare le calorie sulla bici perché andremo più veloci e permettere anche di bruciare molte più calorie a riposo.

4. Guarderai il ciclismo sotto una nuova luce

Quando c’è ghiaccio, c’è il freddo pungente e c’è la neve ci sono molte possibilità che non andremo sulle stesse strade che forse sono un po’ più esposte alle intemperie ma cercheremo quelli che sono dei percorsi un po’ meno all’aria aperta.

Potremmo trovare anche dei posti più vicini dove fare dell’ottimo ciclismo, anche nel tuo quartiere o nel parco più vicino al lavoro. Oppure si può anche pensare di andare a fare un giro in qualche zona che d’estate è un po’ più difficile da considerare, casomai troppo trafficata o troppo vicina alle zone turistiche estive, appunto.

Tutto quello che è ciclismo d’inverno la maggior parte di noi non sa neppure cosa possa significare. Invece sarà molto bello immaginare una domenica mattina, con l’aria frizzante di novembre, una borraccia di the e un bel giro da programmare prima e da fare poi, con rinnovata energia.

ciclismo

5. Troverai la pace e la solitudine

Poco prima vi ho parlato di quanto possa essere bello andare per sentieri che d’estate sono super affollati e che d’inverno sono abbandonati e quindi super praticabili. Allora c’è una bellezza tutta speciale nel non dover suonare il campanello ogni due secondi, non preoccuparti delle macchine, delle moto, del traffico, dei pedoni.

Ci saranno tanti scorci di cui neppure ci siamo mai resi conti, alberi con del ghiaccio attaccato sul tronco, campi di grano con la rugiada del mattino o il mare livido di una giornata di freddo invernale.

Oltretutto dovresti sapere che per superare la malinconia invernale, ma di questo ne parleremo anche poi, bisogna fare sport e, incredibilmente si potrà e dovrà fare sport all’aperto!

6. Diventerai un maestro degli strati

Ovviamente fare ciclismo in inverno significa sapere che bisogna sapersi barcamenare tra gli strati e il fatto di dover pedalare, quindi essere leggeri ma al tempo stesso comprare degli strati di tessuti più o meno tecnici che saranno perfetti per pedalare in comodità ma non morire di freddo.

bici da montagna

Sono diventata un’esperta in guanti invernali, così come leggings da atleta che siano sia caldi ma al tempo stesso non interrompano o creino problemi alla pedalata. Perché ogni cosa che indossiamo non deve mai essere ingombrante ma leggera come peso e al tempo stesso calda da tenere addosso.

7. Imparerai cosa significhi il piacere del rientro a casa

Quando hai pedalato per un sacco di chilometri e avrai, casomai, beccato un po’ di pioggia o qualche pozzanghera malandrina allora ci troveremo infreddoliti, lontano da casa, forse con il naso che gocciola e le mani che sono rosse dal freddo.

Allora non ci sarà nulla di più bello di tornare a casa, di mollare tutti i panni sporchi in lavatrice e di fare una bellissima doccia calda, rigenerante.

bici da montagna casa

Solo dopo questo momento di grande pace e solitudine, e dopo quel bel calduccio, si potrà capire quanto possa essere bello e defaticante andare al lavoro o solo riposare dopo aver fatto dei chilometri all’aria aperta.

Quindi in qualsiasi condizione si sia tornati dal giro in bici sarà sempre molto bello tornare a casa e volersi bene, anche con una bella tazza di tisana calda e qualcosa da mangiare di altrettanto caldo, casomai a chilometro zero e molto salutare.

8. Dai una bella ripulita alla tua bici

Non parlo solo di ripulire la bici con un po’ di acqua dopo averla lasciata in soffitta per un po’ di tempo. Penso possa essere molto interessante, e anche molto più intelligente per delle passeggiate in piena sicurezza, andare dal proprio meccanico di fiducia e far ripulire e revisionare la propria bici prima di qualsiasi giro invernale.

bella mountain bike

Sarà molto buono controllare i freni, controllare i pneumatici, il cambio e tutto quello che c’è da fare.

Uno dei miei più cari amici è un meccanico di biciclette e non c’è nulla di più entusiasmante che guardare l’amore che lui mette nell’aggiustare o ripulire le bici di veri appassionati che non smettono mai di innamorarsi di uno sport così bello come questo.

E non c’è mattina che alle 7 non ci si veda per un bel giretto nei dintorni, anche quando fa più freddo.

L’importante è stare insieme, allenarsi, e poi sempre insieme andare a fare colazione al bar, con un buon dolce e un cappuccino appena preparato.

9. Sarai pronto per scattare di più in primavera

Quando corri per tutto l’inverno, imbolsito nei tuoi 10 strati di maglie e magliette tecniche, guanti, cappello di pile e leggings termici, arrivato in primavera ti sembrerà di essere leggero come una piuma e quindi andrai veloce come il vento.

bici da montagna primavera

Infatti, come dicevo prima, mentre i tuoi amici resteranno lì impiantati alla prima giornata ventosa primaverile un po’ più fredda, per te sarà come viaggiare su un morbido strato di panna e quindi sarai davvero il primo della lista, il migliore in assoluto, il più veloce tra i corridori.

10. Brucerai qualche tappa, quindi attenzione

Visto che non stiamo parlando di professionisti immagino che se si partirà con un allenamento dal nulla, in pieno gennaio, può essere che non sarai poi sempre in formissima per tutte le volte successive.

Un po’ perché non starai bene tu, un po’ perché il tempo sarà davvero molto freddo, allora può essere che ci perderemo qualche tappa nel frattempo, cosa che di certo dobbiamo mettere in conto, anche solo perché ci siamo strappati un muscolo per il troppo freddo o per il poco riscaldamento pre-corsa.

Quindi mettiamo in conto di avere qualche stop così sarà ancora più facile per noi riprendere ad allenarci con maggiore cura, senza avere timore di non essere in grado di affrontare il freddo ma solo lavorando su noi stessi e su quello che vogliamo fare per il nostro fisico, senza esagerare fin da subito.

Brucerai qualche tappa quindi attenzione

11. Avrai bisogno di meno giorni di malattia

Ci sono un sacco di studi che ci presentano davanti una grande verità: se ci alleniamo con costanza, se facciamo un buon allenamento ragionato anche durante la stagione invernale, noi soffriremo molto meno di malanni stagionali.

Perché il nostro corpo è come se si abituasse a reagire meglio al freddo, al vento, alla pioggia, alla neve e quindi sarà meno predisposto a prendere malattie. È come se il sistema immunitario migliorasse man mano, seguendo quella che è la strada dell’allenamento, quindi è sempre bene pensare di fare un buon lavoro sul proprio corpo per migliorare anche la propria salute.

Dobbiamo sapere, sempre, che quello che facciamo al nostro corpo è quello che il nostro corpo ci rimanda. So che le nostre mamme e le nostre nonne ci hanno sempre insegnato a coprirci per non farci ammalare.

Ma è proprio il contrario: abituarsi all’aria fredda e fare allenamento all’aria aperta ci renderà molto meno esposti alle malattie.

12. Ogni vecchia strada ti sembrerà nuova

Quando cambia il tempo, quando cambia la luce e anche la frequenza dei turisti in alcuni zone che a volte sono impraticabili le strade, anche quelle che facciamo spesso, diventano come delle strade nuove, bellissime e inesplorate.

Non è tanto difficile da immaginare, anzi forse lo è per chi, come tanti di noi, è impassibile nella sua pigrizia e non ha nessuna intenzione di fare un po’ di sport, bello come la mountain bike anche d’inverno.

strada mountain bike

Invece vi posso assicurare che dopo un po’ anche qualche difficoltà in più, quel fango che rompe le scatole, quella pozzanghera che ci ha bagnati tutti, quel ghiaccio che rende le radici bagnate, saranno dei motivi di divertimento e non solo di arrabbiatura mattutina.

Come in tutte le cose non posso che essere d’accordo sul fatto che una difficoltà possa essere una sfida o una grande scocciatura.  Siamo sempre noi a decidere come lavorare su noi stessi e come accettare ciò che ci succede intorno.

Quindi, probabilmente, anche un problema vecchio, con l’aiuto di un allenamento così fisico e così imprevedibile, lo potremo vedere con un occhio diverso e quindi affrontarlo in maniera differente, senza partire già sconfitti.

13. Diciamo basta alla tristezza

Lo so, lo so, la tristezza invernale, come dicevamo prima, è incredibile. Basta che arrivi un mese come novembre e, alle prime piogge, chiunque si sentirà meno amato e meno contento di stare al mondo.

Ed è proprio in questo momento che invece diventa fondamentale fare un allenamento costante. Perché le endorfine dell’allenamento e il fatto di vivere la nostra vita all’aria aperta renderà tutto più bello, anche quel novembre piovoso o quel gennaio che è il mese dei suicidi.

uomo triste

Allora impariamo, piano piano, a fare un po’ di allenamento esterno in inverno. Possiamo anche iniziare con una passeggiata e poi continuare con dei giri in bici sempre più lunghi da fare.

Dobbiamo dire che iniziare è la parte più difficile, nel momento in cui si è fatto già il primo allenamento il nostro corpo trarrà così tanto beneficio e così tanto benessere anche dal punto di vista dell’umore che sarà tutto più semplice in molto meno tempo.

Credo che sia molto importante andare in bici in inverno e pensare che l’inverno non sia una stagione di cui avere paura ma da vivere dal primo mattino fino al tramonto.

Torna su