Differenza tra scarponi da sci e da snowboard

Ehi tu, appassionato di sci e di snowboard: sei partito per la settimana bianca e ti sei accorto di avere un solo paio di scarponi. Non vorrai mica usarli per entrambi gli sport, vero? C’è una bella differenza tra scarponi da sci e da snowboard! Leggi l’articolo che segue e poi… corri a rimediare!

Scarponi da snowboard vs scarponi da sci: quali differenze?

Il fatto che entrambi si svolgono sulla neve non significa che si possano praticare con la stessa calzatura: faresti mai trekking acquatico con le pinne ai piedi?

Se non vuoi quindi farti fare le scarpe dai tuoi compagni nella prossima discesa, continua a leggere per poter scegliere gli scarponi giusti!

  • I materiali

La differenza maggiore sta proprio nei materiali in cui sono realizzati: per gli scarponi da sci la rigidità è d’obbligo, mentre lo snowboard necessita di flessibilità.

Materiali per scarponi da sci

Materiali-per-scarponi-da-sci

Gli scarponi da sci sono profondamente cambiati nel corso del tempo e non solo nella forma.

I modelli bassi in cuoio o pelle di qualche decina di anni fa hanno lasciato il posto a scarponi più alti e più rigidi, con protezione per caviglie e talloni, che hanno poco a vedere con i loro antenati.

Perché questa trasformazione?

Ovviamente per migliorare le prestazioni e, soprattutto, per salvaguardare piede e articolazioni.

Ricorda: è più importante avere un buon paio di scarponi che un buon paio di sci.

Sono realizzati in plastica dura e l’indice di rigidità viene espresso con il valore del cosiddetto flex: più è alto e più lo scarpone sarà rigido e adatto a sciatori più esperti o più robusti.

Rigidi fuori e caldissimi dentro: l’imbottitura realizzata generalmente in lana assicura il massimo del comfort e del calore.

Materiali per scarponi da snowboard

Materiali-per-scarponi-da-snowboard

Immaginati impegnato in una sessione di freestyle snowboard: riusciresti a curvare la tavola o a eseguire salti e acrobazie con un paio di scarponi rigidi ai piedi?

La risposta è NO.

Uno scarpone da snowboard deve essere realizzato con materiali flessibili proprio per favorire quella tua, di flessibilità.

Ma c’è un’eccezione: se sei particolarmente abile e ami le imprese ad alta velocità, uno scarpone più rigido ti aiuta a migliorare il controllo e la precisione dei movimenti.

  • Sistemi di allacciatura

È un aspetto molto importante della scelta delle tue scarpe da sci o da snowboard che siano.

Piede e caviglia sono molto sollecitati in queste attività e il sistema di allaccio gioca un ruolo molto importante.

Vuoi partire con il piede giusto?

Continua a leggere e ti illustrerò in breve il funzionamento e i diversi sistemi di allacciatura sia degli scarponi da sci che da snowboard.

Allacciatura degli scarponi da sci

Head Advant Edge 75, Scarponi da Sci da Uomo,…

La prima cosa che colpisce guardando uno scarpone da sci è proprio il complesso sistema di allacciatura.

È un vero e proprio slalom tra fibbie, ganci e leve che merita un’analisi più dettagliata.

  • Gancio sul tallone: è quello più importante perché il tallone deve essere avvolto dalla scarpa e deve restare saldamente fermo mentre stai sciando.
  • 3 – 6 ganci o fibbie: stringono lo scarpone attorno alla gamba e a evitano che la neve penetri all’interno.
  • Strap di chiusura: è in velcro e chiude lo scarpone in altro.

Allacciatura degli scarponi da snowboard

Burton Ruler Boa, Scarponi da Snowboard Uomo,…

Uno scarpone da snowboard potrebbe quasi passare inosservato e sembrare una semplice scarpa da trekking, se non fosse per il modo in cui è allacciato.

Puoi trovare ben tre tipi diversi di allacciatura:

  • Allaccio tradizionale: semplici lacci che si stringono facilmente come per ogni altro tipo di scarpa.
  • Allacciatura rapida: sono presenti delle maniglie nella parte alta dello scarpone che fungono da tiranti per allacciare velocemente e in sicurezza gli scarponi.
  • BOA: è il sistema più innovativo con cavi e una rotella che lavorano insieme per aiutarti a regolare e stringere lo scarpone come desideri.

Attacchi per scarponi da snowboard e da sci

Forse sta proprio nel sistema di aggancio la differenza maggiore tra le scarpe da sci e quelle da snowboard.

Agganciare gli scarponi agli sci non è complicato:

  • Metti la punta dello scarpone nell’attacco anteriore
  • Tira la leva verso l’alto senza bloccarlo
  • Spingi il tallone nella parte posteriore dell’attacco

E per quanto riguarda la tavola da snowboard?

  • Metti il piede dominante nell’attacco frontale
  • Assicura l’attacco allo scarpone con l’apposito strap
  • Ripeti con l’altro piede

Ora sei quindi pronto per la tua discesa libera o per esibirti in backside o frontside!

Ricorda: la prudenza non è mai troppa!

La neve nasconde sempre delle insidie e il rischio di cadute va sempre calcolato (incrociamo le dita!)

Mentre gli sci sono progettati per abbandonarti se sottoposti a forte pressione, la tavola da snowboard resterà sempre ancorata ai tuoi piedi.

Sai perché?

Per il tuo bene: si evitano così traumi alle articolazioni, dato che sarebbe impossibile sganciare gli attacchi contemporaneamente.

  • Comfort

Si dice che l’apparenza inganna, ma non in questo caso.

Ti basta gettare uno sguardo veloce ai due tipi di scarponi per renderti conto che quelli da sci devono essere tra le cose più scomode che si possano avere ai piedi.

Indossarli per camminare è un’esperienza sicuramente indimenticabile: regalano gioie sulle piste da sci e dolori su ogni altra superficie.

Gli scarponi da snowboard sono decisamente più comodi, morbidi e flessibili.

Non sono così diversi da un paio di scarponi da hiking, quindi perché non approfittarne anche per una passeggiata al di fuori delle piste?

Infine ricorda: non c’è comfort senza la scelta della misura giusta.

  • Scocca esterna

Come distinguere uno sciatore da uno snowboarder fuori dalle piste?

È facile: basta osservarli mentre camminano.

La scocca esterna degli scarponi da sci non è il massimo per camminare, anzi, tutt’altro!

È realizzata in materiali rigidi per proteggerti in pista, non per passeggiare.

Quindi, se vuoi rilassarti al bar dopo la tua attività sportiva, non ti resta che portare con te un paio di scarpe di ricambio.

Di questo non dovranno preoccuparsi i tuoi amici snowboarder: i loro scarponi possono accompagnarli per tutta la giornata, dentro e fuori dalle piste.

  • Suola esterna

Perché ostinarsi a camminare con gli scarponi da sci ai piedi rischiando di danneggiare la suola?

E perdendo l’immagine leggiadra conquistata sulle piste, aggiungerei?

La suola esterna è realizzata con lo stesso materiale della scocca e non è progettata per essere usata su una superficie dura.

Se proprio non hai voglia di toglierti i tuoi scarponi dai piedi, usa almeno i Cat track: sono veri e propri salvasuole in gomma flessibile che ti permetteranno di camminare in sicurezza senza rischiare di danneggiare gli scarponi.

E per i tuoi scarponi da snowboard?

Una semplice suola sintetica o di gomma sarà sufficiente a proteggere lo scarpone, a meno che tu non sia un provetto freestyler: in questo caso avrai bisogno di maggiore ammortizzazione tra un salto e l’altro.

  • Camminare

Cosa c’entra camminare con gli sport sulla neve?

Nulla in realtà, però sicuramente nell’arco della giornata ti capiterà di dover andare al bar o ad acquistare un giornale e spostarti con gli scarponi da sci ai piedi è fastidioso e pure imbarazzante…

Quindi perché non spedire il tuo amico snowboarder che indossa i suoi comodissimi scarponi, fino alla tua auto per recuperare i Cat tracker che hai dimenticato lì?

Come prendersi cura degli scarponi?

Grazie a loro esprimi la tua passione per lo sport, ti aiutano a tenerti in forma, a migliorare le tue prestazioni e ti regalano tanti momenti indimenticabili (forse qualcuno imbarazzante) quindi TRATTALI BENE!

Una buona manutenzione dei tuoi scarponi farà bene a loro, ai tuoi piedi e ovviamente al tuo portafoglio.

Manutenzione degli scarponi da sci

Manutenzione-degli-scarponi-da-sci

Dopo una giornata su e giù per le piste resisti alla stanchezza e prenditi cura dei tuoi scarponi.

Bastano un pizzico di attenzione e poche mosse:

  • Puliscili esternamente con un panno umido
  • Togli la scarpetta interna e lasciala asciugare
  • Riponili al caldo ad asciugare per evitare la formazione di muffe o funghi

Manutenzione degli scarponi da snowboard

Manutenzione-degli-scarponi-da-snowboard

Anche in questo caso le parole d’ordine sono tre: pulito, asciutto e caldo.

  • Estrai la scarpetta interna e lasciala asciugare
  • Riponi al caldo lo scarpone
  • Una volta asciutti, usa le salviettine per asciugatrice per profumarli

Siamo giunti alla fine del nostro articolo: conoscevi tutte queste differenze tra gli scarponi da sci e quelli da snowboard? Oppure ti viene in mente qualche altro punto? Scrivici e faccelo sapere.

Post sullo stesso tema
Torna su