Come vestirsi per andare a camminare in inverno

Il movimento fisico è un TOCCASANA PER LA SALUTE a qualunque età!

Se ami camminare, non rimandare le tue passeggiate con l’arrivo dell’inverno, con la scusa che fa freddo e la luce cala.

Con il giusto abbigliamento potrai sconfiggere il freddo e beneficiare al massimo delle basse temperature invernali.

Inverno non significa smettere di camminare!

In questo articolo ti consigliamo come vestirsi per andare a camminare in inverno, per non rinunciare a questo piacere nemmeno col freddo più intenso.

Come vestirsi per andare a camminare in inverno

Affrontare tutti i tipi di camminata nella stagione fredda può essere un’esperienza estremamente piacevole, ma solo a patto di indossare outfit invernali giusti, per ripararsi dalle basse temperature, non sentire freddo e soprattutto per non ammalarsi.

Se sei ben attrezzato camminare in inverno è molto salutare!

Quando scegli il tuo abbigliamento da trekking o da running invernale tieni conto che molto probabilmente dovrai fronteggiare pioggia, neve o vento.

Non dimenticare mai però che camminare fa sudare, esattamente come accade d’estate!

Quindi il “trucco” sta nel bilanciare la protezione dagli agenti atmosferici esterni con l’esigenza di restare asciutti all’interno.

Come fare? Vestirsi “a cipolla” è la soluzione giusta!

Ecco i tre strati di cui avrai bisogno:

  • Uno strato di base: un buon intimo termico per running o semplicemente una buona maglia termica in poliestere per lasciar traspirare la pelle e tenere lontano il sudore.
  • Uno strato isolante: ad esempio una maglia in pile, da togliere facilmente se fa troppo caldo e rimettere quando hai freddo.
  • Uno strato esterno impermeabile e antivento: una giacca da running o da trekking invernale e dei pantaloni tecnici invernali, che riparino e siano traspiranti nello stesso tempo (quelli realizzati in GoreTex sono PERFETTI).

Ma vediamo in dettaglio come comporre un perfetto OUTFIT PER IL TREKKING.

1. La biancheria intima

Come-vestirsi-per-andare-a-camminare-in-inverno-biancheria-intima

  • Slip
  • Reggiseno sportivo o top
  • Canottiera
  • Collant o calzamaglia

A prescindere dalle tue preferenze, ricorda sempre che tutto ciò che va a diretto contatto con la pelle deve tenerti al caldo ma anche lasciare traspirare l’epidermide e tenere lontani l’umidità e il sudore.

Indossa capi di biancheria intima realizzati in tessuto tecnico sintetico!

Nylon o poliestere non trattengono il sudore e si asciugano rapidamente, eliminando subito la spiacevole sensazione di umido sulla pelle.

Il cotone invece non è traspirante, si asciuga molto più lentamente e una volta bagnato può causare fastidiosi sfregamenti e irritazioni alla pelle. 

2. La maglia

E’ lo strato intermedio, quello che ha la funzione di tenerti caldo: scegli una maglia in tessuto tecnico traspirante, o in pile.

Puoi anche sovrapporne più di una, magari una maglia sottile e aderente da levare o rimettere a seconda della temperatura o se ti fermi per una sosta.

3. I pantaloni

pantaloni

Si tende a trascurare l’effetto del freddo sulle gambe… niente di piu’ sbagliato!

Anche le gambe vanno riparate adeguatamente dal freddo, dal vento e dalla pioggia.

Scegli un paio di pantaloni confortevoli in tessuto impermeabile, che ti proteggano ma che siano traspiranti.

Una cintura elastica e zip lungo la gamba ti semplificheranno la vita se avrai necessità di cambiarti lungo il percorso.

Attenzione! non indossare cotone o jeans: se si bagnano impiegano molto tempo ad asciugare!

Meglio optare per un paio di pantaloni impermeabili e antivento, magari con l’interno imbottito in pile, quindi ADATTI ANCHE SULLA NEVE.

Puoi scegliere un modello aderente o largo e comodo, l’importante è che sia in tessuto tecnico.

4. Strato isolante

Strato-isolante

Uno strato isolante di micropile in poliestere, un piumino trapuntato o un gilet leggermente imbottito possono aiutarti a mantenere il calore quando le temperature esterne sono particolarmente fredde.

Odi la sensazione di sentirti infagottato o impacciato nei movimenti?

Ci sono ottimi capi sottili e aderenti che possono tranquillamente essere indossati sotto una normale giacca impermeabile e che possono essere tolti una volta che ti sei riscaldato, senza darti l’effetto “omino Michelin”.

5. La giacca termica

giacca-termica

Una buona giacca termica non può davvero mancare nel tuo abbigliamento di amante delle passeggiate all’aria aperta anche in inverno.

Che si tratti di una semplice camminata mattutina, di una passeggiata veloce, o infine di una vera e propria camminata sportiva, una giacca antivento impermeabile E’ SEMPLICEMENTE ESSENZIALE, meglio se dotata di cappuccio, in modo che protegga la testa dal freddo.

Molti marchi di abbigliamento da montagna producono giacche impermeabili e antivento e l’offerta è veramente vasta.

Se vuoi essere certo di fare UNA BUONA SCELTA, accertati che la giacca abbia questi particolari:

  • Delle cerniere sotto le ascelle per consentire la traspirazione
  • Un comodo cappuccio per proteggere la testa da pioggia, neve e vento
  • Delle tasche portaoggetti comode e profonde, meglio se dotate di cerniera
  • Una sagoma che possa proteggere dalle intemperie anche un marsupio o uno zaino
  • Una cerniera centrale a due vie così da poter comodamente aprire la giacca intorno ai fianchi

E se la giacca non basta?

Porta con te nello zaino un ombrellino leggero e pieghevole, ti sarà utile in caso di un acquazzone improvviso.

E se cammini reggendo l’ombrello, ricordati di alternare le mani ogni 10 – 15 minuti per evitare dolori muscolari e una postura sbilanciata.

6. Le calze

calze

Pensi che qualunque calzino vada bene per camminare? ERRORE! 

Non tutte le calze vanno bene per camminare o per correre!

Le calze da trekking devono avere queste caratteristiche:

  • Devono essere super traspiranti per evitare che il piede resti umido dentro le scarpe durante il percorso.
  • Devono essere leggere e avvolgenti per non spostarsi dal piede durante il movimento.
  • Devono avere un doppio strato per mantenere i piedi caldi e protetti dalle vesciche.
  • Devono essere dotate di rinforzi e sagomature sulla punta e sul tallone che sono le parti più sollecitate durante la camminata.
  • Devono essere prive di cuciture o avere cuciture piatte per essere più confortevoli.
  • Devono essere distinte tra destra e sinistra, con la forma dell’alluce stondata verso le altre dita, per aderire perfettamente al piede e far sì che non avanzi del tessuto all’interno della scarpa.

In poche parole: LA SCELTA DI UNA CALZA ADEGUATA E’ FONDAMENTALE PER UNA BUONA CAMMINATA!

7. Le scarpe

Come-vestirsi-per-andare-a-camminare-in-inverno-scarpe

Per camminare in inverno, puoi tentare di risparmiare su tutto, ma non sulle scarpe!

Per camminare in inverno hai bisogno anzitutto di avere i piedi caldi e asciutti, ma non solo.

Le tue scarpe dovranno avere una tomaia resistente all’acqua e al vento, in altre parole dovranno essere impermeabili. Ricorda che più la tomaia è bassa, maggiore è la dispersione del calore.

Nello stesso tempo il piede deve poter respirare quindi le tue scarpe devono essere super traspiranti.

Scegli un modello con la suola flessibile che si adatti completamente al tuo piede: questo ti consentirà di far aderire al massimo il piede al terreno, migliorando la tua stabilità e le tue prestazioni.

Attenzione…non trascurare la suola della scarpa, è importantissima!

Se le tue camminate avvengono in città o su terreni asfaltati può essere sufficiente anche una suola leggermene scolpita, mentre se vuoi affrontare percorsi irregolari e più impegnativi è meglio scegliere una scarpa con la suola più strutturata.

8. Dispositivi per aumentare trazione e sicurezza

Dispositivi per aumentare trazione e sicurezza

Camminare non ti basta?

Magari vuoi cimentarti sulla neve, o hai in programma un’escursione su un percorso di montagna e temi che possa essere scivoloso o ghiacciato.

Per sentirti più sicuro, e affrontare senza paura ogni percorso, puoi scegliere tra diversi articoli:

  • Tacchetti slip-on con fascia elastica da applicare alle scarpe per salire su ghiaccio e ghiaia.
  • Scarponi con tacchetti incorporati per una maggior presa su superfici scivolose.
  • Ramponi antiscivolo in acciaio da applicare sotto le scarpe.
  • Bastoncini da sci o bastoncini da trekking per avere maggior equilibrio e stabilità.
  • Ciaspole piccole e leggere per camminare tranquillamente sulla neve.

9. Proteggere la testa e il collo

proteggere-la-testa-e-il-collo

Tenere al caldo la testa e il collo è FONDAMENTALE per combattere la sensazione di freddo in tutto il resto del corpo.

Puoi scegliere il classico copricapo invernale, impermeabile e aderente alla testa, che ti copre anche le orecchie, meglio se dotato di una visiera per riparare gli occhi dal sole o dalla pioggia.

Anche il collo deve assolutamente stare al caldo se non vuoi rischiare raffreddamenti e mal di gola ogni volta che esci di casa!

Qui è davvero una questione di gusti. Se non ti va l’idea di annodare al collo la classica vecchia sciarpa, guarda queste soluzioni alternative:

  • Il passamontagna è un cappuccio che ti passa sopra la testa e il collo, lasciando esposto solo il viso. All’occorrenza il passamontagna ripara anche bocca e naso.
  • Lo scaldacollo è una specie di “manica” che si infila dalla testa e si posiziona sul collo avvolgendolo per mantenerlo caldo.
  • La fascia auricolare o cuffia paraorecchie è adatta a chi teme particolarmente il freddo alle orecchie.

Occhiali da sole e protezione solare ti servono non solo in estate ma anche in inverno, perché nelle giornate di sole, specie col riflesso della neve, esiste ugualmente il rischio di scottature ed eritemi solari.

Per proteggere le labbra dal vento che può causare fastidiose screpolature puoi utilizzare una crema protettrice o un burro cacao, ma ricordati di leggere l’etichetta per accertarti che fornisca anche un’adeguata protezione solare.

10. Guanti

guanti

Proteggere le mani è importantissimo durante la tua passeggiata invernale perché le dita sono particolarmente sensibili al freddo e facili ad intirizzirsi.

Scegli un paio di guanti caldi e impermeabili, magari foderati in morbido pile e antivento.

Se non ami i guanti perché ti impediscono di utilizzare dispositivi touch, sappi che esistono guanti compatibili con l’elettronica.

I guanti touchscreen invernali sono la soluzione perfetta per proteggere le dita e utilizzare lo smartphone e il tablet.

Questi guanti sono adatti a ciclisti e motociclisti, a chi ama le passeggiate invernali ma anche nella vita di tutti i giorni.

11. Bottiglia d’acqua

Bottiglia-dacqua

Non sottovalutare l’importanza dell’idratazione, nemmeno d’inverno!

Avere con te una scorta d’acqua è fondamentale tanto in inverno quanto in estate.

Non fare troppo affidamento su fontanelle o fonti d’acqua che d’inverno potrebbero essere chiuse o gelate.

Piuttosto porta sempre con te una scorta di acqua, magari evitando di tenere un bottiglia o una borraccia in mano, per non raffreddarti troppo.

Meglio avere con sé un piccolo zaino sulle spalle dove tenere l’acqua e le cose essenziali in modo da avere sempre le mani libere.

Post sullo stesso tema
Torna su