Come-stare-in-sicurezza-sulle-piste-da-sci

Come Stare In Sicurezza Sulle Piste Da Sci: 10 suggerimenti


Notice: Undefined variable: head_title in /www/itsportmontagna_263/public/wp-content/plugins/baw-manual-related-posts/inc/frontend-noajax.inc.php on line 49

Molti reputano lo sci il migliore sport invernale perché combina velocità, agilità, divertimento e l’avventura, ma pochi sanno quanto possa essere rischioso se non vengono prese le giuste precauzioni. La velocità dello sci e le insidie del suolo di montagna richiedono che la pratica venga presa seriamente, qualora si vogliano evitare incidenti. Qui di seguito abbiamo raccolto alcuni suggerimenti per garantire la tua incolumità la prossima volta che partirai per le tue vacanze invernali.

Come stare in sicurezza sulle piste da sci: I nostri 10 suggerimenti

1. Rispetta il codice degli sport invernali

Il FIS (Federazione Internazionale Sci) ha stabilito 10 regole di buona condotta per la pratica di sci o snowboard; queste regole hanno un valore legale e risultano vincolanti come quelle previste dal codice della strada.

Per quanto presumibili da una persona dotata di buon senso, la federazione ha preferito raggrupparle in un codice scritto che tutti dovrebbero conoscere prima di solcare le piste da sci.

Qui di seguito vogliamo elencare quelle che per noi risultano le norme più importanti ovvero: adattare la velocità e la pratica sciistica alle proprie abilità, alle condizioni generali della pista e di dare la precedenza allo sciatore o allo snowboarder che si trova già sulla pista.

2. Sapere come evitare le collisioni

E’ essenziale essere costantemente consapevoli di ciò che ti circonda. Gli sciatori o snowboarder più esperti, infatti, si guardano spesso intorno per scongiurare le collisioni con altre persone o per evitare gli ostacoli che si trovano lungo il percorso e ciò diminuisce le probabilità maggiori di cadute e incidenti.

Perciò non dimenticare: guarda sempre chi sta arrivando prima di immetterti nel percorso.

2-Sapere-come-evitare-le-collisioni

3. Non mentire a te stesso sulle tue abilità

Sii sincero nei tuoi confronti e in quello degli altri quando si tratta delle tue abilità di sci e di snowboarding.

All’inizio, quando ancora non hai la giusta esperienza, cerca di fare più pratica possibile per mantenere l’equilibrio, imparare a fermarti e a girare.

Valuta con cura i percorsi adatti a te, scegli solo quelli che più si addicono alle tue abilità e percorrili seguendo un’andatura che ti faccia sentire di avere tutto sotto controllo.

E’ bello mettersi in gioco e cercare di superare i propri limiti, ma un po’ di sano realismo ti servirà per non costituire un pericolo né per te né per gli altri.

Se vuoi un metodo più obiettivo, che riesca a valutare in maniera imparziale le tue capacità, potresti prendere come riferimento un’equazione (DIN) basata sui parametri di altezza, anni, peso e abilità.

4. Stai attento al ghiaccio

Le condizioni atmosferiche giocano un ruolo fondamentale quando si parla di incidenti sulla neve. Evita in ogni modo di finire sui terreni ghiacciati e preferisci percorsi con neve fresca che rendono la pratica più semplice ma, nel caso in cui ciò non fosse possibile, stai particolarmente attento per non perdere il controllo dei tuoi movimenti.

4-Stai-attento-al-ghiaccio

5. Indossa sempre l’elmetto da neve

Negli ultimi 20 anni, indossare l’elmetto è diventata una consuetudine abbastanza comune, ma è sempre bene rimarcarlo specialmente per chi si è avvicinato da poco a questi sport.

Molti di voi ricorderanno il tragico incidente avvenuto nel 2013 in cui è rimasto coinvolto il campione di Formula 1 Michael Schumacher che, pur indossando l’elmetto, non è riuscito a evitare dei danni cerebrali.

Questo incidente ha reso le persone più consce dei pericoli in cui si incorre sciando o praticando snowboard e, data questa maggiore consapevolezza, anche le aziende produttrici degli elmetti si sono adeguate a standard più alti e hanno cercato di apportare delle modifiche al loro prodotto per garantire una migliore protezione. I nuovi elmetti, infatti, hanno sviluppato delle tecnologie in grado di proteggere la testa su tutti i lati e di ridurre l’impatto anche nel caso di cadute a velocità piuttosto elevate.

5-Indossa-sempre-l’elmetto-da-neve

6. Prendi in considerazione l’uso di protezioni per il corpo

Se già in passato hai trascorso del tempo in montagna, saprai quanto è importante avere il giusto abbigliamento per non patire il freddo. Gli indumenti studiati appositamente per la neve sono fondamentali per ripararti dalle temperature che troverai ad alta quota e, nei tanti negozi che trattano articoli sportivi o su internet, troverai ciò che fa al caso tuo: giaccone da neve, pantaloni da neve, guanti da neve e stivali da neve.

Oltre a questi indumenti di base, se vuoi cimentarti nella pratica sportiva, dovresti valutare l’acquisto di alcune protezioni per il corpo, simili a quelle che in TV vedi ai talentuosi sciatori o snowboarder freestyle. Per completare il tuo equipaggiamento, ti consigliamo l’acquisto di un paio di occhiali da neve, appositamente studiati per preservare i tuoi occhi dai raggi solari, dal vento e dalle particelle di neve.

7. Scia nel fuoripista prendendo le giuste precauzioni

Arrivato nella stazione sciistica dove hai deciso di trascorrere le tue vacanze, la tentazione di abbandonare i percorsi stabiliti per andare nel fuoripista sarà molto forte. Di per sé non è un’idea così rischiosa: se infatti le condizioni meteo lo permettono e sei ormai abbastanza bravo, potresti tentare senza mettere particolarmente a rischio la tua incolumità.

Se invece non hai ancora acquisito le giuste competenze, non conosci bene la zona che ti circonda e le zone dove vorresti avventurarti sono ricoperte dal ghiaccio, avviarsi senza una guida qualificata potrebbe essere una pessima idea. Inizialmente, infatti, dovresti imparare a riconoscere i segnali di pericolo e una guida potrebbe insegnarti a capire quando è in arrivo una valanga e ti aiuterebbe ad acquisire la giusta esperienza per andare da solo in un secondo momento.

7-Scia-nel-fuoripista-prendendo-le-giuste-precauzioni

8. Porta con te il kit essenziale per sciare nel fuoripista

Se sei proprio certo di voler abbandonare i percorsi tracciati, non dimenticare di portare con te il necessario per compiere questa impresa. Il tuo kit essenziale deve senza dubbio prevedere: un ricetrasmettitore per le valanghe, una sonda pieghevole da tre metri e una pala. Probabilmente starai pensando che io sia esagerata, ma ti assicuro che, se sarai anche in grado di utilizzarli, questi oggetti ti torneranno molto utili in caso di difficoltà.

L’ideale sarebbe quello di fare un corso di formazione di 2/3 ore che ti spieghi come utilizzare al meglio i dispositivi di sicurezza e di ripeterlo ogni anno per rinfrescare la tua memoria.

Per di più, se decidi di partire da solo, potresti trovare utile un gadget che possa metterti in contatto con qualcuno nel caso in cui non potrai utilizzare il tuo smartphone. Certe volte in montagna la linea potrebbe essere assente e un walkie-talkie che sfrutta le onde radio per metterti in comunicazione con altri terminali è più sicuro e affidabile. Ovviamente però, fa’ in modo che dall’altra parte ci sia qualcuno che ascolti il tuo messaggio!

8-Porta-con-te-il-kit-essenziale-per-sciare-nel-fuoripista

9. Presta attenzione alle zone boschive

Avere la compagnia di qualcuno è un ottimo modo per sciare in sicurezza. Tu e il tuo compagno, infatti, potrete tenervi d’occhio l’uno con l’altro, fermarvi nel caso in cui uno dei due si perda, assicurarvi vicendevolmente che stiate bene e riunirvi nel caso in cui uno dei due si fosse allontanato.

Nel caso in cui decidiate di addentrarvi in qualche zona boschiva, tieni a mente che tu e il tuo partner dovrete stare ancora più attenti poiché la visibilità è limitata dalla presenza degli alberi e sarà molto facile che vi perdiate l’uno con l’altro.

Per di più, le zone boschive sono molto rischiose per una serie di motivi poco intuibili da una persona inesperta. Una delle maggiori difficoltà sta nel fatto che gli alberi si trovano raggruppati a breve distanza l’uno dall’altro e per attraversarli dovrai avere una certa abilità nello scansarli anche repentinamente. Un’altra complicazione è dovuta alle condizioni del terreno che sta alla base dei ceppi, proprio in prossimità delle radici. Quest’area, infatti, è spesso ricoperta da uno strato di neve poco compatta, piena di buchi o depressioni e può nascondere dei grossi rami che fanno inciampare causando gravi cadute.

9-Presta-attenzione-alle-zone-boschive

10. Cosa fare nel caso in cui si assista a un incidente

Se sei a conoscenza delle procedure di soccorso di base, saprai qual è la prima cosa da fare: avvicinarti con cautela al luogo dell’incidente e a eventuali feriti.

Nel caso in cui ci fossero persone bisognose di soccorso, assicurati il loro naso e la bocca della non siano ostruiti, controlla il battito cardiaco e la capacità di respirare.

Ricorda inoltre di non cedere alla tentazione di muovere il ferito, se non è strettamente necessario per la sua incolumità, e non rimuovere mai l’elmetto di sicurezza perché è pensato per sostenere il collo in caso di lesioni alla colonna vertebrale.

In un secondo momento, dopo aver dato una prima assistenza ai feriti, dovrai chiamare immediatamente i soccorsi e attendere il loro arrivo. Nell’attesa, cerca di tenere al caldo le vittime per evitare uno stato di ipotermia o congelamento, assicurati che si trovino in un posto sicuro cercando eventualmente di segnalare l’incidente agli altri sciatori e non dimenticare di rassicurare i feriti: parla con loro gentilmente e tranquillizzale sul fatto che i soccorsi sono stati avvisati e stanno per arrivare.

10-Cosa-fare-nel-caso-in-cui-si-assista-a-un-incidente

Spero che questi consigli siano stati utili, alla prossima!

Torna su