Come si usa il thermos per alimenti

Il thermos è un contenitore termico per alimenti dotato di una chiusura ermetica che serve a mantenere il cibo caldo o freddo per diverse ore.

Forse non ne possiedi neppure uno, o forse quello che hai se ne sta inutilizzato da qualche parte in cucina.

Ma se ci pensi bene sono tante le occasioni in cui potresti aver bisogno di un thermos per alimenti!

In viaggio, in vacanza, in ufficio, a scuola, all’università e nella vita di tutti i giorni, questo accessorio è talmente pratico e utile che presto ti accorgerai di non poterne più fare a meno.

Nel nostro articolo ti spieghiamo come si usa il thermos per alimenti e siamo sicuri che resterai stupito dai VANTAGGI che offre questo piccolo oggetto.

Come si usa il thermos per alimenti

Cosa mettere nel thermos?

Cosa-mettere-nel-thermos

Nel thermos puoi mettere cibo o bevande, in tutte le stagioni dell’anno ed in qualunque occasione.

Leggi questi esempi per farti un’idea.

Sei fuori a pranzo tutti i giorni e NON VUOI andare in mensa o al ristorante? Magari sei a dieta e preferisci mangiare il cibo che tu stesso ti sei preparato!

Vuoi fare la tua pausa pranzo al parco?

O perché no… in ufficio, approfittandone per sbrigare un po’ di lavoro arretrato. In questo caso un porta pranzo elettrico è l’ideale.

E se sei in viaggio vuoi mettere la comodità di avere sempre con te il latte, il caffè o il thè caldi al punto giusto? O il tuo pasto già pronto da consumare durante una sosta quando decidi di fermarti?

Se stai facendo un picnic o sei in vacanza in campeggio potresti voler avere semplicemente un portavivande termico che mantenga gli alimenti caldi, magari molto capiente per tutta la famiglia o a più scomparti per mantenere distinte le pietanze e non mescolare i sapori.

Sei al mare e vuoi mettere la comodità di avere sempre la tua bibita preferita fresca al punto giusto a tua disposizione?

Se invece sei spesso in giro per lavoro potresti optare per un lunch box termico o un contenitore scaldavivande da collegare all’accendisigari dell’auto… e dire così finalmente addio alle file in autogrill o alle soste obbligate nei fast food!

Il thermos o lo scaldavivande ti vengono in aiuto, mantenendo alimenti solidi o liquidi al caldo o al freddo grazie al principio dell’isolamento termico, un sistema a doppia parete – con uno spazio vuoto in mezzo – che permette di mantenere la temperatura interna costante per parecchie ore.

E’ proprio lo spazio vuoto tra le due pareti che crea l’isolamento, quindi la temperatura interna resta costante e non si trasmette all’esterno.

Per quanto tempo si possono conservare i cibi e le bevande in un thermos?

Per-quanto-tempo-si-possono-conservare-i-cibi-e-le-bevande-in-un-thermos

Di solito nel libretto di istruzioni che accompagna il tuo acquisto potrai trovare – oltre a tante indicazioni – anche quella che riguarda il numero di ore in cui il cibo o le bevande possono essere conservati nel tuo thermos.

Intanto partiamo dal presupposto che un requisito indispensabile per la sicurezza del cibo contenuto nel thermos è dato dal MATERIALE con cui il thermos è costruito. Niente plastica ovviamente, ma solo acciaio.

I contenitori isotermici più sani e sicuri per la conservazione del cibo sono infatti quelli fabbricati in acciaio inox specifico per conservare gli alimenti perché l’acciaio NON PERMETTE CHE SI FORMINO BATTERI e non altera il gusto dei cibi.

E a proposito di igiene… scegli un modello di thermos per alimenti che sia facile da lavare e con un boccale grande che si possa anch’esso lavare in maniera efficace. Questo ti garantirà più igiene e tranquillità.

Di solito i thermos possono essere lavati oltre che a mano anche in lavastoviglie. Per pulire bene il tuo thermos puoi comunque usare uno spazzolino morbido da inserire all’interno per essere sicuro di aver rimosso completamente tutti i residui di cibo.

Questa regola generale vale a maggior ragione se utilizzi un thermos per la pappa del tuo bambino.

Se il tuo thermos è facile da lavare eviterai che si formino batteri e microrganismi negli alimenti.

Per essere sicuro che il cibo contenuto nel thermos si conservi alla perfezione, cuoci il tuo pasto e mettilo nel thermos quando è ancora fumante.

Se invece hai un pasto che va conservato al fresco, mettilo dentro il thermos appena tolto dal frigorifero cioè quando il cibo è ancora molto freddo.

Queste accortezze eviteranno il proliferare di batteri nocivi che potrebbero rendere il tuo cibo AVARIATO e inservibile o addirittura pericoloso da mangiare.

Davvero una brutta sorpresa pregustare il momento del pasto, essere affamati e non poter mangiare!

Ecco intanto due suggerimenti pratici sulla conservazione del cibo nel thermos:

  • Una volta aperto il contenitore termico, tutto il cibo che avanza perché non è stato consumato nel giro del pasto non va lasciato nel thermos ma deve essere buttato via.
  • Se una volta aperto il tuo thermos ti accorgi che il cibo non si è mantenuto caldo o freddo come doveva, non mangiarlo. Significa che il thermos non ha svolto a dovere la sua funzione e il cibo potrebbe non essere sicuro per via di batteri nocivi. Meglio buttarlo che rischiare… no?

Un altro accorgimento utile: l’errore più grande che potresti fare sarebbe quello di mettere un pasto caldo direttamente in un thermos a temperatura ambiente.

Al momento del pranzo troveresti poi il tuo cibo sicuramente meno caldo di quello che ti aspetti, perché il passaggio dentro un thermos tiepido avrà fatto disperdere al tuo pasto gran parte del suo calore.

Ti abbiamo quindi preparato una breve guida, passo dopo passo, per essere sicuro di mantenere il cibo nel tuo thermos al massimo del calore.

Bastano solo pochi rapidi passaggi per assicurarti che i tuoi pranzi caldi rimangano tali fino al momento di essere consumati!

  • Anzitutto comincia col far bollire dell’acqua calda in quantità tale da riempire il tuo thermos alla sua massima capacità.
  • Poi rimetti il coperchio sul thermos e lascialo riposare per alcuni minuti.
  • Intanto prepara il tuo cibo o finisci la cottura in modo che sia bollente.
  • Mentre il tuo cibo è caldo al massimo, svuota il thermos che avevi precedentemente riempito di acqua bollente.
  • Riempi velocemente il tuo contenitore termico o il tuo thermos col cibo caldo. Questo passaggio deve avvenire il più rapidamente possibile per non far raffreddare il thermos bollente.
  • Chiudi bene il coperchio del thermos e il tuo pasto sarà conservato caldo sino al momento di essere consumato.

Questi piccoli passaggi ti diventeranno familiari in poco tempo e li adotterai nella tua vita quotidiana quando inizierai a far uso del thermos.

Servono a rendere il thermos il più efficiente possibile e a sfruttare al massimo la sua capacità di conservazione dei cibi al caldo.

La stessa cosa puoi farla con l’acqua fredda se le vivande che devi conservare sono fredde.

In questo modo la temperatura dei tuoi pasti potrà essere conservata anche sino a 12 ore!

Post sullo stesso tema
Torna su