Miglior-Campeggio

Come Scegliere Il Miglior Campeggio

Inizia a fare i bagagli, è arrivato il momento di andare in campeggio! Allora, installa facilmente la tua tenda per dormire, organizza le escursioni a piedi, trova migliori siti per le tue sedie da campeggio, le amache, etc. Sii preparato! Parti con lo zaino in spalla, metti la tua tenda in piano e sii fiero della tua attrezzatura da campeggio.

Superficie del terreno

Io immagino una scena così: sono le 4 del pomeriggio e ti stai portando in giro uno zaino di 15 chili da 6 ore. Sei troppo stanco per fare un altro passo, hai voglia di piantare la tenda dove stai, proprio su quel pendio che hai intravisto accanto al sentiero dove stai camminando.

Dici di no? Sono certa del fatto che neppure tu ci stai pensando. Però ti sei reso conto che non c’è un po’ di acqua potabile nel raggio di chilometri. Senza acqua potabile è un problema ma puoi bollire un po’ di acqua piovana, se hai avuto fortuna, nella pentola sul fornellino.

campeggio

Questo significa che altrettanto facilmente mangerai delle barrette energetiche per cena. La notte non andrà meglio, probabilmente sentirai cadere qualche ramo di un albero anche se non ti sembra che ci sia vento e sentirai altri strani rumori. A quel punto sarai sicuro che sia un animale selvatico.

Per paura di qualche cinghiale o di qualche altro tipo di animale non riesci più a dormire e può essere anche che tu abbia sbagliato la pendenza del terreno perché ti sembra che il sacco a pelo sia sempre a un passo dallo scivolare giù.

Tutto questo è per dire che scegliere un posto sbagliato dove campeggiare può portare a una notte molto difficile al buio. E può anche essere pericoloso perché se piove e smotta il terreno il tutto diventa un problema davvero e il problema nasce dal fatto che non sappiamo dove abbiamo piantato la tenda.

Quindi quali sono le cose che dobbiamo sapere prima di fare campeggio? Comfort? Superficie? Ombra e sole? Chiediti se la vista è quella che vuoi, se stai tranquillo, se l’impatto del paesaggio crea un mood positivo nel tuo stato d’animo.

Ecco, una cosa l’abbiamo imparata prima: sarebbe meglio mettersi vicino a un corso d’acqua, così in caso di necessità possiamo prendere l’acqua da lì.

campeggio montagna

Ma per quanto riguarda la superficie a cosa dobbiamo pensare?

Prima di tutto quando arrivi in quella che potrebbe essere una superficie interessante per fare campeggio mettiti a dare una buona occhiata in giro. Cioè dove sta il sentiero più vicino? E poi ci sta quel corso d’acqua che potrebbe sempre servire?

Ad esempio sarebbe interessante riuscire ad accamparsi a circa 60 metri da un corso d’acqua, così sarebbe perfetto per cucinare, per lavare i piatti e anche per farsi un bel bagno.

Un campeggio, poi, dovrebbe anche stare abbastanza vicino alla strada, sempre una sessantina di metri. In questo modo sia i viaggiatori che usano quel sentiero che la tua tenda sarebbero abbastanza vicine ma non si ritroverebbero ad entrare in conflitto.

Se poi non riesci a trovare una posizione, sulla superficie, che sia completamente orizzontale fai in modo che la testa sia sempre più alta dei piedi e poi prima di montare la tenda togli sassi, rametti, pigne e altre cose che saranno molto fastidiose nel momento in cui cerchi di dormire.

Ombra

Quando monti una tenda devi sempre pensare alle condizioni metereologiche, infatti soprattutto se fa caldo non fare in modo di mettere la tenda al sole, sarebbe deleterio. Trova dell’ombra dove poter stare tranquillo, dove il sole è meno intenso, dove puoi godere del refrigerio del sole non diretto.

zona di campeggio

Infatti sarebbe bene trovare una foresta con tanti alberi e tanta ombra e se puoi ed è bel tempo orienta la tenda verso est così che i raggi del sole, all’alba, ti sveglino dolcemente. Non andare in vallate troppo strette, di solito si creano delle correnti molto fredde con cui, specialmente di notte, non è proprio facile dormire.

Se vedi che si è creato comunque del forte vento allora mettiti dietro un cespuglio o un masso bello grosso che possano fare da frangivento per non disturbare il nostro sonno o sradicare, in caso di una forte tempesta, la nostra tenda. Ovviamente controlla anche se ci sono alberi secchi o rami che si possono spezzare per il vento e cadere sulla tenda.

Guarda cosa c’è sopra di te

Guardare le condizioni meteo, quindi quello che c’è sopra di te anche per controllare se pioverà o meno è una cosa molto importante, perché la pioggia nella maggior parte dei casi porta sempre problemi.

Allora pensa bene a dove ti stai accampando perché accamparti in una posizione troppo bassa potrebbe essere luogo di smottamenti o potresti allagare la tenda durante una tempesta. Oltretutto va anche detto che in causa di alluvione improvvisa la tenda potrebbe essere trascinata via.

Va anche detto che una zona in pendenza, un po’ più alta, tende a drenare meglio l’acqua e poi si resterà più al caldo di notte perché sono le zone più depresse che portano più aria fredda.

Controlla anche che il campeggio non sia a rischio fulmini, sempre se c’è aria di tempesta in giro. Quindi evita anche le cime, le aree più esposte e non metterti sotto gli alberi alti che attirano i fulmini.

Guarda cosa c’è sopra di te

Cosa c’è intorno a te

Se non hai mai fatto campeggio non andare a cercare una zona senza neppure immaginare dove ti trovi. Sempre bene è, infatti, andare in delle aree camping attrezzate che siano in grado di accogliere anche dei neofiti che non sanno di certo come mettere le mani.

Se non c’è nessuna area attrezzata nei dintorni allora vediamo cosa possiamo fare: trova una superficie che sia resistente, come una lastra di roccia o una radura intorno alla foresta, quella che copre il terreno di foglie, di aghi di pino, di ramoscelli.

Oltretutto mentre fai il giro di quello che c’è intorno a te indossa delle scarpe che hanno la suola morbida e non quegli scarponi da trekking perché di solito se si fanno delle buche con delle scarpe pesanti difficilmente ricrescerà l’erba nel giro di poco tempo.

paesaggio

Ovviamente non è neppure il caso che uno si metta ad accendere un fuoco ma se va fatto per cucinare o per tenersi al caldo fai in modo di farlo al centro di un anello di pietre, come se fosse un camino naturale. Questo accorgimento permette al fuoco di non propagarsi a fiamma libera.

Ovviamente fai in modo di consumare tutto il fuoco e non lasciare la brace libera sotto la cenere che si è formata sopra. Pulisci anche l’area dalla tua spazzatura, sono poche regole ma sono molto importanti.

Fai anche in modo di non accamparti nello stesso posto se non per qualche giorno. Quando vai via rimetti a posto tutto, facciamo in modo che la mano dell’uomo non incida sulla perfezione della natura.

Dovresti anche pensare che quello che stai facendo potrebbe rompere l’equilibrio degli animali che si trovano in quell’area. Se tu metti la tenda in uno dei sentieri che abitualmente sono percorsi dagli animali può impedire loro di trovare la strada verso una fonte d’acqua o verso altre loro necessità.

E poi non parliamo solo di animali grossi: ci sono parassiti come zanzare che possono essere molto pedanti e fastidiose, soprattutto se ci troviamo vicino a una pozza d’acqua stagnante.

Ci possono anche essere procioni, opossum, volpi, puzzole e persino cinghiali che possono vagare intorno.

Quindi controlla bene dove vai a metterti con la tenda e lascia che il tuo perimetro di vita sia piuttosto piccolo, così non puoi lasciare cibo e spazzatura che attragga gli animali in giro.

E se nevicasse?

nevicasse campeggio

Beh, certamente farebbe freddo e poi la neve non è morbida per dormirci, al contrario di quello che si pensa.

Ovviamente alcune delle cose che vanno bene per il campeggio estivo vanno bene anche per un eventuale campeggio invernale. Cerca un posto relativamente piatto in modo che tenda e sacco a pelo non tendano a scivolare nella nottata.

Non cercare valli troppo strette e non mettere la tenda al sole, anche questo è uguale. Il vento, però, di solito molto più sferzante d’inverno può essere un bel problema. Quindi controlla bene l’area dove vuoi campeggiare. Se vedi una neve molto dura significa che le condizioni sono rigide e il vento è bello presente.

Anche quando la neve è sciolta o molto copiosa vi consiglierei di non campeggiare lì. Significa che nella nottata, se continua a nevicare, la vostra tenda verrebbe sepolta dalla neve fresca.

Ovviamente se facciamo del campeggio invernale dobbiamo mettere in conto anche quelli che sono i pericoli della neve, la prima cosa fra tutte sono le valanghe. Infatti controlla sempre quali sono le previsioni meteo e vedi se la minaccia è bassa, alta o davvero troppo pericolosa.

Quando sei alla ricerca della zona ideale vedi anche in che condizione siano gli alberi perché se sono già stati falciati da una valanga è probabile che possa ricapitare.

Altri pericoli possono essere considerati quelli del troppo freddo, quindi fai sempre attenzione a coprirti bene e con una tenda termica che non faccia passare il freddo di fuori.

Come uno sherpa in Nepal.

La tua vita privata

Quando parlo di vita privata, ovviamente, non sto ragionando su quella che è la vita privata di tutti i giorni ma parlo di quella che può essere la privacy durante il campeggio. Cerca di capire bene quale possa essere il tuo spazio vitale che però non incida sulla pericolosità di un campeggio troppo selvaggio.

Trova il tuo spazio, che sia fuori o dentro un’area attrezzata, mangia quello che vuoi, lava quando ti pare, non incidere in quelli che sono i sentieri degli animali e non rovinare quello che è l’ecosistema che si trova in quella particolare zona. Scegli solo il posto più giusto per te, quello in cui ti senti bene.

Il campeggio non è solo fare una bella esperienza e scegliere il posto più tranquillo, il campeggio è un viaggio dentro se stessi.

La tua vita privata

Lo spazio attorno a te

Lo spazio attorno a te, mi raccomando, deve essere pulito e non deve essere enorme. Se fai in modo che la tua area sia grande gli animali si approfitteranno di ciò che lasci in giro. Allora fai in modo che la tua area sia piccola così sarà anche più facile da tenere pulita, in modo da non attirare nessuno.

Attieniti alle regole

Abbiamo imparato che il campeggio, soprattutto per chi non lo ha mai fatto, non è una cosa semplicissima e che dobbiamo sempre scegliere il miglior luogo possibile e attenerci a poche ma molto importanti regole per vivere bene questa esperienza. Senza nessun indugio, allora, sempre viva il campeggio!

Torna su