Come lavare il sacco a pelo

È stato il compagno fedele di tante esperienze, ti ha protetto dal freddo e dall’umidità nelle notti all’aperto. Ora devi ricambiare il favore e farlo tornare pulito e in forma per le prossime avventure. Paura di rovinarlo? Tranquillo: mettiti comodo, prenditi qualche minuto e ti spiegherò passo passo come lavare il sacco a pelo.

Come lavare il sacco a pelo?

Che tu sia un amante del campeggio o un escursionista attivo ogni fine settimana, sicuramente avrai un sacco a pelo pronto ad accoglierti sotto le stelle alla fine della giornata.

I sacchi a pelo possono durare davvero a lungo, anche oltre 20 anni, a patto che vengano rispettati alcuni accorgimenti e uno di questi è proprio la pulizia. Sembra facile, ma…

Non dire quattro finché non l’hai nel sacco.

Ossia non bastano acqua, sapone e olio di gomito o lavatrice per restituire al tuo sacco a pelo splendore ed efficienza.

Ci sono degli ingredienti fondamentali che dovrai aggiungere al lavaggio: un po’ di tempo e una discreta quantità di attenzione ti consentiranno di mantenere in forma il tuo compagno di avventure.

Del resto non richiede una manutenzione troppo frequente: a meno che non sia troppo sporco, possono passare anche degli anni tra un lavaggio completo e l’altro, quindi… trattalo bene!

Ogni quanto si deve lavare il sacco a pelo?

Non c’è una regola precisa oltre quella del buon senso: il sacco a pelo si lava semplicemente quando è sporco.

Non vale la pena stressarlo dopo ogni attività, sarebbe inutile e controproducente.

Frequenti lavaggi potrebbero fargli perdere la proprietà termica, quindi meglio sacrificare un lavaggio che rischiare di battere i denti per il freddo in una nottata all’aperto.

Approfitta di una pausa dalle tue attività sportive per lavarlo: non è consigliabile riporlo sporco e, soprattutto, alla ripresa lo ritroverai morbido e profumato pronto per nuove esperienze.

Suggerimenti generici per la pulizia

Un paio di dritte veloci ma essenziali per mantenere sempre il tuo sacco a pelo nella massima efficienza:

  • Non lavarlo mai a secco: i solventi usati nel lavaggio industriale sono aggressivi e possono compromettere le proprietà isolanti del rivestimento.
  • Mantienilo pulito durante l’uso: cerca di prendertene cura tenendolo all’asciutto e indossa sempre indumenti puliti per dormire.

Come lavare il sacco a pelo in lavatrice?

Come-lavare-il-sacco-a-pelo-in-lavatrice

Lavare il sacco a  pelo a mano non è il massimo della praticità, quindi potresti  delegare il compito alle lavatrici domestiche o alle lavanderie.

In entrambi i casi ti consiglio di usare lavatrici a carico frontale prive di agitatore per evitare che il sacco a pelo si rovini restando impigliato all’interno del cestello.

Consiglio

Prima di iniziare il lavaggio, ricordati di controllare sempre le istruzioni del produttore per il lavaggio riportate sull’etichetta.

Come lavare un sacco a pelo in piuma

Nella lavatrice di casa o della lavanderia, ti basterà seguire questi pochi suggerimenti per pulire il tuo sacco a pelo senza danneggiarlo:

  • Chiudi tutte le cerniere, allaccia le cinture, i bottoni e inseriscilo al rovescio nella lavatrice.
  • Usa un detergente specifico per piumini e dimentica l’esistenza degli ammorbidenti per non rischiare di appesantire l’imbottitura.
  • La delicatezza prima di tutto: lavaggio soft in acqua tiepida non oltre i 30 gradi.
  • Risciacqua più volte per eliminare ogni residuo di sapone.
  • Riduci i tempi di asciugatura con una breve centrifuga.

Come lavare un sacco a pelo sintetico

Come-lavare-un-sacco-a-pelo-sintetico

L’imbottitura sintetica è meno delicata della piuma, quindi i lavaggi possono essere più frequenti.

Ricorda però di seguire attentamente alcune indicazioni se deciderai di lavare un piumino sintetico in lavatrice:

  • Chiudi le varie cerniere e strap, allaccia bottoni e cinture.
  • Usa un detergente delicato e specifico.
  • Avvia un ciclo delicato per lavaggio sintetici in acqua fredda o tiepida.
  • Risciacqua anche più di una volta, centrifuga e il gioco è fatto.

E ora è il turno dell’asciugatura: cerca di estrarre il sacco a pelo dalla lavatrice con delicatezza per evitare di rovinare tessuto o cuciture.

Soprattutto la piuma, una volta bagnata, è tutt’altro che leggera come una piuma!

Come asciugare il sacco a pelo

L’asciugatura è un’operazione fondamentale per mantenere in salute il tuo sacco a pelo.

Soprattutto le imbottiture in piuma hanno bisogno di particolare attenzione affinché non si formino grumi o vengano compromesse le qualità termiche e isolanti.

A seconda dell’imbottitura, anche il tempo di asciugatura sarà diverso: un’ora circa è sufficiente per un’imbottitura sintetica, mentre la piuma ha bisogno di diverse ore prima di asciugarsi del tutto.

Vuoi quindi conoscere i segreti per asciugare il sacco a pelo in modo perfetto? Ecco alcuni suggerimenti:

  • Affidati preferibilmente a un’asciugatrice di grandi dimensioni affinché l’imbottitura possa distribuirsi con maggiore facilità all’interno del sacco.
  • Imposta una temperatura bassa con un programma delicato.
  • Aggiungi delle palline da tennis per facilitare l’asciugatura ed evitare la formazione di grumi e il tuo sacco a pelo sarà perfetto: game, set, match!
  • Ripeti una o più volte il ciclo di asciugatura finché il sacco non sarà perfettamente asciutto.

Se invece vuoi optare per un’asciugatura naturale, puoi stendere il tuo sacco a pelo su uno stendibiancheria o comunque su superficie piana.

Ricorda di non stenderlo MAI su un filo: rischieresti di rovinare le cuciture per colpa del peso e di far ammassare l’imbottitura in una sola parte.

Come lavare il sacco a pelo a mano

Vorresti invece cimentarti nel lavaggio a mano del tuo sacco a pelo?

Ecco alcune dritte che puoi seguire per rendere meno faticose e più efficaci le operazioni di lavaggio:

  • Riempi la vasca da bagno con acqua tiepida o fredda.
  • Aggiungi un detergente
  • Immergi il sacco a pelo strofinandolo delicatamente, insistendo sui punti più sporchi.
  • Lascialo in ammollo almeno per un’ora.
  • Risciacqua fino a che non ci siano più tracce di sapone.
  • Premilo delicatamente per far uscire l’acqua in eccesso.
  • Procedi con l’asciugatura in asciugatrice o all’aria aperta.

Come smacchiare il sacco a pelo

Alcune parti del sacco a pelo, come il cappuccio o la zona dell’apertura, tendono a sporcarsi di più o più in fretta rispetto ad altre.

È proprio qui che il grasso della pelle e il sudore si accumulano, ma la presenza di macchie difficilmente è un buon motivo per procedere al lavaggio completo del sacco a pelo.

In questi casi ti consiglio di smacchiare le parti interessate prima di effettuare il lavaggio e questo puoi farlo in tre semplici mosse:

  • Applica una piccola quantità di sapone sulla zona da trattare.
  • Usa uno spazzolino da denti con setole morbide sulle macchie.
  • Risciacqua con una spugna umida.

Facile, vero?

Puoi procedere in questo modo anche quando il sacco a pelo è ancora pulito ma presenta macchie localizzate: un lavaggio completo sarebbe inutile, se non dannoso.

E tu hai già provato a lavare un sacco a pelo? Scrivici per condividere con noi la tua esperienza, il tuo risultato ed eventuali suggerimenti.

Post sullo stesso tema
Torna su