scarpe da trekking

Come Abituarsi Alle Scarpe Da Trekking

Avete le scarpe giuste, un paio di scarpe per fare trekking? Le scarpe sono la spesa più importante con una crema idratante e i calzini spessi per stare più comodi.
Fai asciugare le scarpe
dopo la passeggiata e controlla la qualità delle tue scarpe. Portati dietro il tuo congelatore per il ghiaccio , una mano di lucido per lavorare sulle scarpe di pelle e d’estate usate scarpe di stoffa.

Inizia piano

Anche se abbiamo comprato il miglior paio di scarponcini da trekking che siamo riusciti a trovare sul mercato dobbiamo dire che questo tipo di scarpa uscirà dalla confezione sempre un po’ rigido.

Ovviamente indossare una scarpa dura può facilmente farci fare male, portare dolori più o meno sopportabili, farci uscire le vesciche e pizzicarci la pelle in maniera molto potente se non diamo tempo ai nostri piedi di abituarsi e se non facciamo in modo di ammorbidirle e piegarle come meglio vogliamo e come ci sembra che facciano meno male ai nostri poveri piedi.

scarponcini da trekking

Se parliamo di scarponi dobbiamo sempre capire anche di che materiale siano fatti, nel senso che il tempo che servirà per ammorbidirle e piegarle varierà anche molto in base a quelli che sono i suggerimenti che vi daremo per avere una vestibilità finalmente perfetta e molto confortevole, senza le vesciche.

Prima di iniziare fai in modo di guardare bene la scarpa così che puoi capire quali siano i punti che possono dare maggiore difficoltà. Infatti dobbiamo vedere quali sono i punti critici perché sono segnali di allarme che non possiamo ignorare prima di iniziare a usarli.

Va anche detto che se non riusciamo ad abituarci agli stivali anche dopo averli usati probabilmente non è un problema di punti critici ma proprio di dimensioni dello stivale o della forma dello stivale che forse non è adatto a noi.

Quindi, mi raccomando, prova sempre lo stivale prima di comprarlo o se lo prendi on line fai in modo che ci sia la possibilità di rimandarli indietro con la restituzione inclusa nell’acquisto.

Comunque parti piano, non serve a niente cercare di abituarsi agli stivali troppo velocemente.

Oltretutto anche in quella che è un’escursione che dura un giorno ci possono essere problemi di vesciche, di infiammazione, di calli.

Invece di indossare i tuoi stivali direttamente per una lunga passeggiata o per un turno intero al lavoro abituati piano piano, nel senso che bisogna prendere le cose con calma, con grande serenità.

Indossa quelli che sono i tuoi stivali per 10 o 20 minuti al giorno ogni giorno e fatti una passeggiata piccolina fin quando non ti sembra che siano diventati più comodi.

inizia piano

Ammorbidisci la pelle

Sappiamo benissimo quanto possa essere difficile avere a che fare con delle scarpe che ci fanno male. Suppongo che sia capitato a tutti, almeno una volta nella vita, e che sia stata una delle esperienze più spiacevoli possibili.

Avere le scarpe che fanno male significa pensare male e stare male, davvero, in tutto il corpo. Quindi troviamo il modo di provare ognuna di queste soluzioni per far sì che i nostri scarponi possano essere più morbidi, possano non farci troppo male durante le prime uscite.

Se gli scarponi sono di pelle va detto che la pelle è pelle di animale e quindi come la nostra pelle una crema idratante può far sì che diventi più morbida e più flessibile.

Moltissimi produttori di scarpe o di accessori per le scarpe offrono una serie di prodotti che potrebbero fare al caso nostro, quindi sia oli che creme che spray che sono in grado di farci abituare alle scarpe molto più velocemente rendendole più morbide di base.

Infatti non è difficile pensare che una buona crema idratante sarà in grado di mantenere la pelle elastica e quindi sarà molto più facile far prendere alla scarpa la forma del nostro piede ma permetterà anche, alla scarpa stessa di non asciugare troppo la pelle e quindi di non far formare delle crepe sulla superficie delle stesse.

Usa calze più spesse

Quando abbiamo a che fare con i piedi doloranti o se non siamo abituati a portare degli scarponi pesanti per stare comodi è sempre bene pensare di usare un paio di calzini più spessi che sono in grado di fare una grande differenza rispetto a quelli che sono dei calzini da vestito buono, un po’ sottili.

scarponi-pesanti

Ovviamente non ti ho detto di usare delle calze grandi, cioè che siano grandi come misura e non ti sto dicendo neppure di usare quelle calze un po’ eleganti da città o calze troppo strette e sintetiche che non facciano respirare i nostri piedi. Le calze da trekking, infatti, sono un’altra cosa.

Stiamo parlando di calze che sono in grado di dare un’ammortizzazione extra, che hanno delle zone che sono più rinforzate sul tallone e sulle dita dei piedi e che supportano l’arco del piede, rendendole di fatto perfette per quelle che sono delle lunghe giornate trascorse a camminare o in piedi.

Usa gli espansori per gli scarponi

Quando ci troviamo davanti a un paio di stivali nuovi ci può essere, comunque, un’area della scarpa che ci fa abbastanza male anche se abbiamo fatto tutto quello che serve per abituarci alla scarpa. Allora in questo caso è meglio pensare di acquistare, on line o in un negozio specializzato, degli estensori per gli scarponi, non so se li avete mai visti.

Sono quelle forme, in legno o in plastica, per scarpe che hanno un meccanismo che permette loro di allargarsi dopo essere state inserite all’interno della scarpa al posto del nostro piede.

espansori per gli scarponi

Questo è un investimento davvero molto interessante perché permette di allungare la pelle proprio in quei punti che potrebbero strofinare forte contro il nostro piede o stringere troppo.

Un accorgimento un po’ antico, forse proprio da calzolaio, ma che permette, utilizzando anche un olio idratante, alla pelle di essere molto più morbida e allo scarpone di diventare molto più confortevole.

I nostri nonni, e anche alcuni dei nostri genitori, avevano l’abitudine di comprare un solo paio di scarpe per l’inverno e uno per l’estate e, nella maggior parte dei casi, venivano anche ereditati da fratelli e sorelle più grandi.

L’espansore, dal calzolaio, serviva proprio a questo: a rendere una scarpa troppo dura, una scarpa di mezzo numero più piccola, una scarpa con la pianta troppo stretta, una scarpa che fosse comoda da indossare.

E questa abitudine, ovviamente con una forma anche di plastica o di alluminio, resistente e più leggera del legno, ce la siamo portata fino ai giorni nostri.

scarponi

Evita le vesciche ma non trovare metodi troppo veloci per aggiustare gli scarponi

Ci sono svariati metodi, parecchio veloci, che pare siano in grado di farci abituare agli scarponi e assicuro tutti che, nella maggior parte dei casi, alcuni di questi metodi sono strampalati o piuttosto divertenti.

C’è chi sostiene che si debbano tenere a bagno in acqua salata, credo rovinandoli definitivamente o c’è chi li cuoce in forno, forse per un secondo piatto non tanto gustoso.

Perché la verità è che non ci sono metodi poi così tanto veloci e per abituarsi a una scarpa ci vuole il tempo che ci vuole.

Moltissime volte queste scorciatoie sono molto dannose, a lungo termine, per quelli che sono gli scarponi e possono rovinare la pelle o la suola in maniera definitiva. Infatti pensate al forno e delle suole sciolte in pochissimi minuti o alle crepe sulla pelle che diventano, a distanza di tempo, buchi.

Attenzione, però, a questi suggerimenti che saranno certamente utili ma anche al tipo di scarpone che vogliamo acquistare perché anche di scarponi da trekking ci sono varie tipologie.

scarpe da trekking

Abbiamo infatti le scarpe da trekking con l’intersuola flessibile che sono molto confortevoli. Queste scarpe sono perfette per delle escursioni giornaliere su sentieri facili. Questo tipo di scarpa è comoda anche per la città, per uso quotidiano regolare.

Non sono scarpe troppo robuste, quindi vanno bene se sei un escursionista leggero che va su sentieri già tracciati senza portare con sé dell’attrezzatura pesante. Ovviamente questo tipo di scarpa ha un rodaggio piuttosto breve.

Poi ci sono le scarpe da trekking per un escursionista di medio livello e queste sono relativamente flessibili ma sono comunque pensate per dei sentieri più difficili e per qualcuno che ha uno zaino, abbastanza importante, sulle spalle. Ovviamente non stiamo parlando di scarpe per chissà quale escursioni, sia chiaro.

Arriviamo alla scarpe da trekking quelle da appassionato o professionista vero, quelle che possono aiutare a portare anche carichi pesanti su terreni molto accidentati. Questi stivali sono pesanti e ci vorrà un bel po’ per abituarsi a portarle. Infatti queste scarpe vanno bene per chi va sulle rocce o ha intenzione di fare trekking su sentieri inesplorati e selvaggi.

Con queste scarpe qui siate pazienti, non si possono ammorbidire da un giorno all’altro ma dobbiamo essere noi quelli pazienti giorno per giorno.

Fuenti:

ilmountainrider, Cura dei piedi durante e dopo il trekking

Avventurosamente, Aiuto! Vesciche sul tallone, come fare?

Torna su