Home Lazio

Le Montagne del Lazio

La morfologia della Regione Lazio è caratterizzata  dai rilievi montuosi appartenenti all'Appennino, nella parte orientale, e dai rilievi collinari diorigine vulcanica nel territorio compreso tra il Viterbese e la Provincia romana, e di naturacalcarea nella zona centro-meridionale.

La dorsale appenninica comprende i Monti Reatini, che raggiungono la massima altezza nel Terminillo (2.216 rn), I Monti Slrnbruini ed Ernici, rispettivamente con le cime del Monte Vigna (2.156 m) e del Pizzo Deta (2.041 m) e, proseguendo verso Sud-Est, i Monti della Meta (2.241 rn) e le Mainarde.

La fascia collinare di origine Vulcanica comprende i Monti Volsini, Cimini e Sabatini a Nord di Rorna, e i Colli Albani a Sud-Est della capitale. In corrispondenza dei rilievi vulcanici si trovano, nella parte Settentrionale, i bacini lacustri di Bolsena, maggiore invaso della regione, Vico e Bracciano e, nella parte meridionale il lago Albano e il lago di Nemi. siti nelle relative conche crateriche.

Alla fascia collinare di natura calcarea appartengono i rilievi dei Monti Sabini, Prenestini, Lepini, Ausoni e Aurunci, spesso contraddistinti da uno spiccato carattere montano.